Lunedi, 22 Ottobre, 2018

Nasce WindTre.it, il più grande operatore mobile italiano

Nasce WindTre.it, il più grande operatore mobile italiano Nasce WindTre.it, il più grande operatore mobile italiano
Evandro Fare | 08 Novembre, 2016, 05:13

Oggi, CK Hutchison e VimpelCom hanno annunciato di aver completato la joint venture comunicata per la prima volta il 6 agosto 2015.

Ecco il nuovo Sito Web delle due compagnie unificate.

Quello che interessa molto i clienti è sapere come verranno "integrate" le due reti e quali vantaggi si avrebbero dal punto di vista della copertura (ricordiamo che al momento gli utenti di 3 vanno in roaming su TIM in 2G).

La fusione tra Wind e Tre Italia, a quanto pare, avverrà tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017: dal 1° gennaio del nuovo anno avremo una nuova compagnia telefonica a cui far riferimento, anche se il suo nome non è stato ancora reso pubblico. Altro aspetto tecnico interessante è sapere se le SIM dei clienti 3 e Wind devono essere per forza sostituite o no. Già attive alcune partnership per la fornitura di servizi integrati come per esempio quella con Enel Open Fiber. La fusione è arrivata dopo il via libera della Commissione Ue, a conclusione di un'indagine approfondita sull'operazione che prevedeva appunto la fusione di Wind (controllata della russa VimpelCom) e di H3G (controllata di Hutchison), rispettivamente terzo e quarto operatore sul mercato italiano al dettaglio dei servizi di telefonia mobile. Ck Hutchison e VimpelCom confermano inoltre che Maximo Ibarra, attuale Chief Executive Officer di Wind, guidera' la joint venture, supportato da Dina Ravera, nel ruolo di Merger Integration Officer, e da Stefano Invernizzi, nel ruolo di Chief Financial Officer. "Questa operazione non solo darà vita a un operatore nuovo e competitivo, ma genererà investimenti significativi che guideranno lo sviluppo dell'infrastruttura digitale del Paese". Vincenzo Novari, attuale CEO di 3 Italia, assumerà l'incarico di Special Adviser di CK Hutchison.

Jean-Yves Charlier, Chief Executive Officer di VimpelCom, ha dichiarato: "Siamo lieti di poter unire WIND e 3 Italia per costruire una rete 4G/LTE di altissimo livello". Una nota precisa che la nuova compagnia ha previsto un piano di investimenti su base annua di oltre 700 milioni di euro.

La fusione Wind - 3 Italia ha tutte le carte in regola per introdurre una vera e propria rivoluzione da concretizzarsi ad opera del nuovo team e del nuovo sistema di management interno che si rende disponibile all'apertura di una nuova era del digitale qui in Italia.

Altre Notizie