Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Pensioni 2017: novità su Opzione donna, cumulo ed esodati

Quartilla Lauricella | 27 Novembre, 2016, 17:59

Si allarga la platea di potenziali destinatari del cumulo gratuito dei contributi. L'attesa novità arriva con la riforma delle pensioni contenuta nella legge di Bilancio.

In parole semplici, i contributi sono sommati solo per raggiungere una determinata anzianità contributiva: ad esempio, se possiedo 66 anni e 7 mesi di età, 10 anni di contributi versati all'Inps e 10 anni all'Inpdap e non voglio ricongiungerli in un'unica cassa, perché la ricongiunzione è onerosa, senza il cumulo non potrei andare in pensione, perché per la pensione di vecchiaia sono richiesti 20 anni di contributi.

Sempre in tema di pensioni anticipate, Roberto Simonetti della Lega Nord in Aula ha osservato che dai documenti si evince chiaramente che il futuro del progetto sperimentale Opzione donna è quello di essere terminato: "Opzione donna è stata cancellata", ha affermato, "perchè nei vostri emendamenti, nei vostri testi di legge, non parlate di prosecuzione e non avete, ovviamente allungato nessun periodo: avete dato alle lavoratrici solo quella che era nel loro diritto, perchè la legge parlava di una scadenza naturale che era quella del 31/12/2015".

Anche le donne dell'ultimo trimestre 57 e 58 potranno andare in pensione usufruendo dell'opzione donna estesa: la pensione anticipata, quindi, apre le porte anche alle donne, dipendenti o lavoratrici autonome, che hanno maturato e versato 35 anni di contributi entro la data del 31 dicembre 2015. Con l'emendamento approvato ci saranno 210 milioni per i primi tre anni di applicazione per consentire ai professionisti iscritti in casse previdenziali private la possibilità di cumulare i contributi gratuitamente. Ecco come funziona e quali sono le differenze con la totalizzazione e la ricongiunzione. "Al netto di questo, chi pensa che io molli, dopo la bocciatura in Stabilità, rispetto ad alcune battaglie importanti come quota 41, esodati ed Opzione donna, ebbene, sbaglia di grosso".

Con l'approvazione da parte della Commissione alla Camera dell'apposito emendamento viene ampliato dal 1° gennaio 2017 il cumulo gratuito dei periodi contributivi alle casse previdenziali privatizzate dei professionisti.

Il cumulo gratuito dei contributi è uno strumento che permette a chi ha contributi derivanti da più di una cassa di effettuare un cumulo su una delle casse previdenziali.

Altre Notizie