Venerdì, 03 Aprile, 2020

Salvini a Sky TG24: "Renzi premier ancora per poche settimane"

Salvini a Sky TG24: Salvini a Sky TG24: "Renzi premier ancora per poche settimane"
Evandro Fare | 15 Novembre, 2016, 16:06

Nella notte fra venerdì e sabato, da un notaio, 17 consiglieri comunali hanno sancito la fine dell'esperienza legaforzista. Il feudo padano è crollato il giorno stesso in cui Parisi si presentava in città per la tappa del suo "Megawatt" immediatamente successiva all'incontro udinese con gli amministratori locali e alla lunga chiacchierata rilasciata al Messaggero Veneto.

L'odore del Napalm puo' anche piacere, come insegna "Apocalypse now", ma se e' un religioso a evocare contro un leader politico, in questo caso Matteo Salvini, la famigerata sostanza incendiaria utilizzata nei bombardamenti del Vietnam, il fatto si fa notare. "Sì, io sono convinto che il buonsenso prevarrà e quindi ci sarà una vittoria anche se questa riforma divide in due gli italiani mentre le riforme dovrebbero essere condivise". Con le firme dell'opposizione dem e grillina e quelle dei trasfughi sfuggiti al controllo del sindaco-sceriffo, è stata scritta la pagina di un giallo surreale dove si conoscono la vittima (Bitonci) e la mano della pistola fumante (il coordinatore cittadino e capo dell'"esercito di Silvio", Furlan) ma non il mandante (se esiste). Dall'altro, la vera costrizione all'azione di governo di Trump e di un Congresso ora saldamente in mano ai settori più radicali del partito repubblicano potrà venire dalla natura - decentrata e divisa - di un presidenzialismo debole come quello statunitense.

Il leader di Forza Italia ha invitato gli italiani ad andare a votare per il referendum perché "chi resta a casa fa un favore a Renzi e al Pd".

Tra Parisi e Salvini "non ci sono rotture definitive, sono scontri personali". Se vince il NO "non ci sarà nessuna catastrofe".

Sul Referendum Costituzionale, il numero 1 di Forza Italia sostiene con vigore la scelta per il No e lancia un duro affronto nei confronti del Presidente del Consiglio: "È una riforma pericolosa e con la nuova legge elettorale c'è il rischio di una deriva autoritaria". Solo noi, non i populismi, possiamo proporre un'alternativa seria ai fallimenti del centrosinistra.

Lo afferma Silvio Berlusconi in una lunga intervista al Corriere della Sera. "La lezione di Trump è che si può vincere al di là di qualsiasi pronostico".

A tal punto che l'ex candidato sindaco di Milano, ieri, ha potuto decisamente premere sull'acceleratore del suo progetto annunciato in Friuli.

Cosa ha detto Berlusconi? "Ora dobbiamo candidarci alla guida del Paese".

Sul profilo del sacerdote, pero', il post non si trova. "Nell'urlo - commenta - è poi più forte l'urlatore".

Altre Notizie