Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Trump: "Alla Clinton milioni di voti illegali"

Usa Trump denuncia brogli elettorali Usa Trump denuncia brogli elettorali"Ho preso più voti della Clinton Oggi alle 07:45-
Quartilla Lauricella | 28 Novembre, 2016, 13:09

Per questo, l'iniziativa "è una truffa del Partito verde per un'elezione che è stata già ammessa, e i risultati di quest'elezione andrebbero rispettati, non messi in discussione o insultati, che è esattamente quello che Jill Stein sta facendo". A fare la differenza e a dare la vittoria a Trump è stato il sistema elettorale americano, basato sul sistema dei grandi elettori. Le dichiarazioni, che hanno scatenato molte polemiche e non sono sostenute da alcuna prova, sono state rilasciate da Trump in una serie di tweet in cui ha attaccato Clinton per aver deciso di appoggiare il riconteggio dei voti in alcuni Stati. "Abbiamo messo insieme un team interno per dirigere le operazioni - ha dichiarato il responsabile Michael Haas - in stretta collaborazione con le contee", 72 in tutto. I tre milioni di schede verranno rivisti a mano, probabilmente a partire dalla fine della prossima settimana.

E' una corsa contro il tempo, dal momento che il riconteggio in Wisconsin deve concludersi entro il 13 dicembre. Le operazioni, ha sottolineato Haas, rientrano in "un processo aperto, trasparente, in cui ciascuno dei candidati puo' avere rappresentanti presenti per sollevare obiezioni, e dove il pubblico puo' osservare". Da parte sua, la Stein ha raccolto 31.006 preferenze, mentre De La Fuente solo 1.514. Nonostante i sondaggi che la davano vincente (5,7%), la Clinton è uscita sconfitta con il 46,9% contro il 47,9% del rivale.

Mancavano meno di 90 minuti alla cinque del pomeriggio di venerdì, termine ultimo per presentare la richiesta in Wisconsin, quando è arrivata la petizione della Stein che, tre giorni prima, di fronte alle perplessità di esperti informatici e di sicurezza, insieme alla pressione crescente di accademici e attivisti, aveva lanciato una campagna fondi per finanziare il riconteggio dei voti. Chi pensava che le Elezioni Usa 2016 fossero una partita chiusa potrebbe essere costretto a ricredersi. Però a questo punto cresce la voglia di andare a verificare se negli Stati-chiave come Wisconsin, Michigan, Pennsylvania, il margine ridottissimo di Trump sia stato davvero regolare.

Già, Hillary Clinton. In tutto ciò che ruolo ha l'ex Segretario di Stato? La candidata ambientalista dovrebbe chiedere nelle prossime ore anche il riconteggio in Michigan e Pennsylvania.

Altre Notizie