Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Il giallo della laurea della Fedeli: "Sta mentendo sul titolo di studio"

Sosteneo Paonessa | 14 Dicembre, 2016, 11:12

Dopo l'attacco del gender, comincia con una robusta figura di merda il percorso di Valeria Fedeli al ministero dell'Istruzione. A rivelarlo è Dagospia, il sito di retroscena politici curato da Roberto D'Agostino, che ieri ha pubblicato una lettera anonima.

Sul sito ufficiale della Fedeli, si legge che ha conseguito il diploma di laurea in Scienze Sociali, presso l'Unsas di Milano, la Scuola per Assistenti Sociali. Ma in realtà si scopre che il suo è un semplice diploma per assistenti sociali senza nessuna laurea. Fedeli è nata nel 1949 e Repubblica scrive oggi che ha finito di frequentare la scuola di Servizi Sociali nel 1971: come hanno fatto notare diversi giornali, però, il valore legale del diploma di Servizi Sociali è stato riconosciuto solo nel 1987, ma i corsi di Laurea veri e propri nella materia sono stati istituiti solo alla fine degli anni Novanta. Solo che oggi quel titolo sarebbe equiparabile alla "laurea breve", il diploma di laurea. E nell'esecutivo sono tre i ministri senza laurea: Beatrice Lorenzin, Andrea Orlando e Giuliano Poletti, perito agrario. La ministra comincia male e rischia di proseguire peggio in un ruolo che è stato decisivo per l'alienazione dei consensi del precedente governo.

Altre Notizie