Sabato, 25 Marzo, 2017

Alla riunione manca l'assessore Berdini e la Roma "vede" lo stadio

Virginia Raggi indagata? Ecco cosa rischia il sindaco M5S Stadio della Roma, terminato il quarto incontro della Conferenza dei Servizi
Iona Trifiletti | 12 Gennaio, 2017, 11:00

Virginia Raggi, sindaca di Roma, tramite il proprio profilo Twitter ha postato una foto che la ritrae in Campidoglio con i proponenti dello Stadio della Roma, tra cui anche Mauro Baldissoni, direttore generale giallorosso. Grande assente ieri l'assessore all'urbanistica Paolo Berdini. Queste le sue parole: "Oggi in Campidoglio con l'AS Roma".

"Ora abbiamo messo un po' il piede sull'acceleratore per cercare di definire i miglioramenti al progetto richiesti dall'amministrazione, nei tempi stretti della Conferenza dei servizi che intendiamo tutti rispettare". Attenzione però perché la partita non è affatto chiusa. La conferenza scade il 6 febbraio e, se si raggiungesse un accordo facendo quadrare copertura finanziaria e investimento privato complessivo (che potrebbe dover aumentare), sarebbe necessario un passaggio in assemblea capitolina per approvare la variante rispetto al piano varato dall'ex sindaco Ignazio Marino nel 2014. La Raggi agisce alla luce del sole e il risultato è devastante e vede la complicità di magistrati, intellettuali e speculatori che, indifferenti al bene sacro che è Roma, procedono per costruire lo stadio con l'ipocrisia del taglio da tre a due torri di quello che oscenamente viene chiamato "Business center". "Prescindendo da ogni considerazione sulla competenza dell'Anac e sul merito della decisione - incalza Raineri -, giova evidenziare che il quesito del sindaco Raggi è stato acquisito al protocollo Anac il 30 agosto; che il Consiglio Anac si è riunito il 31 agosto e - in pari data - ha discusso la pratica, deliberato, redatto il provvedimento e fatto recapitare il plico in "via riservata" al sindaco nello stesso pomeriggio di quel 31 agosto (alle 4.56)".

Altre Notizie