Venerdì, 22 Settembre, 2017

Come funziona il nuovo Mondiale: cosa cambia nel passaggio a 48 squadre

Il logo della Fifa Il logo della Fifa +CLICCA PER INGRANDIRE
Iona Trifiletti | 11 Gennaio, 2017, 08:22

La popolarità del calcio è pari solo agli interessi che girano intorno al pallone. Quanto all'unanimità della decisione - mentre alcuni paesi europei (come Spagna e Germania) si presentavano scettici se non contrari all'allargamento - si spiega con il fatto che '"la Uefa voleva una posizione di unità e cosi' e' stato".

La svolta di Infantino è volta a consentire anche a squadre meno blasonate il diritto di disputare i confronti decisivi del torneo, alimentando dunque i sogni di quelle popolazioni che in questo momento mai potrebbero passare alla fase più delicata della competizione. La scelta è stata dettata anche da motivi commerciali: un Mondiale a 48 squadre, secondo uno studio di Zurigo, varrebbe 630 milioni di dollari rispetto a quello in programma in Russia nel 2018 composto da 32 formazioni. E credo proprio sia questa la vera cifra dell'avvocato italo-svizzero che il mese prossimo (26 febbraio) celebrerà il primo anno da presidente della Fifa.

A partire dai Mondiali di calcio del 2026, le squadre partecipanti saranno 48 e non più 32.

Sicuramente ci sarà tanto interesse nel vedere quali novità porterà il Mondiale a 48 squadre, con maggiori squadre Nazionali a sfidarsi per la conquista della vetta del Mondo.

La durata complessiva del torneo è invariata e rimane di 32 giorni, ma si disputeranno 80 partite totali.

Le due squadre che disputeranno la finale arriveranno comunque a giocare massimo 7 partite come nelle precedenti edizioni.

Il Presidente della Fifa, Gianni Infantino, renderà noti oggi tutti i particolari, ma qualcosa già trapela.

Altre Notizie