Giovedi, 24 Agosto, 2017

Dà fuoco alla ex: Gip, resta in carcere

Dà fuoco alla ex: Gip, resta in carcere Dà fuoco alla ex: Gip, resta in carcere
Calogero Calderone | 14 Gennaio, 2017, 01:58

Interrogatorio stamane, nel carcere messinese di Gazzi, di Alessio Mantineo, 25 anni, accusato di avere aggredito e dato alle fiamme l'ex fidanzata Ylenia Bonavera, 22 anni, nella sua abitazione della zona sud della città. "Verificherò se ci sono i presupposti per ricorrere al Tribunale del riesame", ha detto il legale. E c'è anche la testimonianza dell'impiegato di turno quella notte al bar dell'impianto di Contesse che ricorda bene quel giovane che, dopo aver acquistato un pacchetto di sigarette, chiede una bottiglia di plastica e fa un euro di benzina.Una "coincidenza" davvero difficile da giustificare per il giovane nei cui confronti il gip Eugenio Fiorentino ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare ritenendo gravi gli indizi di colpevolezza nei suoi confronti. Ha ustioni sul 13 per cento del corpo.

"L'indagato ha ancora una volta contestato la sua responsabilità, continuando a manifestare la sua innocenza con estrema veemenza - aveva detto l'avvocato Salvatore Silvestro lasciando il carcere gazzi -". "Il mio assistito - ricostruisce l'avvocato Silvestro - ha riferito di volere bene alla ragazza e che mai avrebbe fatto un gesto del genere contro la giovane".

A dividerle è stato prima il personale sanitario che ha allertato la Polizia giunta sul posto. "Chiaramente penso che ci siano attivita' di indagini in corso poi vedremo".

Ma i nuovi elementi a riscontro depositati oggi dalla Procura al termine di un certosino lavoro di ricerca degli investigatori della Mobile diretta da Franco Oliveri hanno fornito al gip un indizio estremamente rilevante sulla sua responsabilità. La decisione del Gip, secondo il legale, dovrebbe arrivare in tarda mattinata. Mantineo sostiene di essere innocente e anche la sua ex ha tentato di scagionarlo sostenendo che non à stato lui a gettarle addosso la benzina e a darle fuoco. "Gli investigatori hanno chiuso il cerchio e fatto luce sulla vicenda, nonostante le difficoltà connesse alle resistenze dei protagonisti, ed in particolar modo alla mancanza di collaborazione da parte della giovane Ylenia, vittima di uno stato di fragilità emotiva che la vede tuttora fortemente legata al suo aggressore".

Altre Notizie