Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Discorso Fine Anno Mattarella: Video Streaming Presidente della Repubblica (31 dicembre 2016)

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan
Quartilla Lauricella | 01 Gennaio, 2017, 08:50

LAVORO - Il problema numero uno del Paese resta il lavoro.

Vestito grigio, camicia bianca e cravatta blu, il presidente viene ripreso mentre si fa spiegare alcuni dettagli dalla regista e dal Consigliere per la Stampa Giovanni Grasso.

"Esprimo - ha detto il capo dello Stato - un sentimento di vicinanza ai familiari di quanti hanno perso la vita per eventi traumatici; tra questi le tante, troppe, vittime di infortuni sul lavoro". "Non potremo sentirci appagati finché il lavoro, con la sua giusta retribuzione, non consentirà a tutti di sentirsi pienamente cittadini".

Innanzitutto Mattarella ha spiegato agli italiani che per andare al voto "occorre che vi siano regole elettorali chiare e adeguate perché gli elettori possano esprimere, con efficacia, la loro volontà e questa trovi realmente applicazione nel Parlamento che si elegge. Questo è il primo orizzonte del bene comune". E' più che consapevole dell'incertezza che il Paese sta attraversando ed è altrettanto conscio che deve calibrare i toni della sua analisi complessiva, per ridare fiducia a uomini, donne, giovani che stanno entrando in quello che è ormai il decimo anno di crisi economica e sociale. L'Italia ha dimostrato grande unità dopo il sisma. "Queste regole, oggi, non ci sono: al momento esiste, per la Camera, una legge fortemente maggioritaria e, per il Senato, una legge del tutto proporzionale".

"Rivolgendosi al presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella - riferisce il Cremlino - Putin ha sottolineato che, nonostante i tempi difficili per l'Europa e il mondo, l'anno trascorso, la Russia e l'Italia hanno sostenuto un dialogo bilaterale costruttivo, hanno collaborato negli affari regionali e internazionali".

"Il web è una grande rivoluzione democratica ma non deve essere trasformato in un ring. Se si è costretti a lasciare l'Italia per mancanza di occasioni, si è di fronte a una patologia, cui bisogna porre rimedio. I giovani che decidono di farlo meritano, sempre, rispetto e sostegno". Non è un fenomeno nuovo, ma è in preoccupante ascesa: "quello dell'odio come strumento di lotta politica". E, a proposito dei giovani, il ricordo del presidente andrà alle giovani italiane scomparse all'estero per gli attentati di Parigi e Berlino - Valeria Solesin e Fabrizia Di Lorenzo, e sicuramente farà un cenno alla situazione delle popolazioni colpite dal terremoto e alla sua recente visita a Amatrice. Vi è scritto: "La solidarietà diventa realtà quando si uniscono le forze per la realizzazione di un sogno comune".

Vorrei concludere facendo mio questo augurio, e rivolgendolo a ciascuno di voi, perché i sogni dei bambini possono costruire il futuro della nostra Italia.

Altre Notizie