Lunedi, 18 Dicembre, 2017

Grande distribuzione: balzo dei discount ma è Esselunga il più efficiente

ANSA        
          +CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Quartilla Lauricella | 12 Gennaio, 2017, 11:24

Escludendo l'aggregato della Coop, Esselunga si conferma la prima Gdo in Italia, con ricavi in crescita nel 2015 a 7,2 miliardi di euro. Ma a sorprendere è il vero e proprio boom di crescita dei discount, con Lidl Italia ed Eurospin che hanno realizzato nell'ultimo quinquennio una crescita record delle vendite pari al 43% circa contro il +4,5% registrato nel periodo dall'aggregato dei maggiori operatori della Gdo italiana. Le Coop rimangono stabili (+0,1%), perde terreno Gruppo Pam (-4,9%). Gli operatori francesi sono scesi molto dal 2011: Auchan-Sma è in calo del 19,6%, Carrefour del 9,3%, seppur quest'ultimo nel 2015 ha incominciato a vedere i primi segnali positivi del processo di ristrutturazione, registrando la prima crescita dal 2012, con vendite in ripresa del 6,1%.

I punti di forza di Eurospin consistono soprattutto nella velocità di riciclo del magazzino (19 giorni), nella rapidità di pagamento ai fornitori (70 giorni), nella bassa incidenza dei costi del personale (5,8% del fatturato), meno della metà della media degli altri operatori (13%). Il fatturato per addetto di Eurospin (623.000 euro) è perciò circa il doppio di Esselunga (328.000) e Lidl Italia (337.000). Alle loro spalle, inossidabile, il diversissimo di Esselunga, capace però di cumulare in 5 anni 1.136 milioni di utili, seguito da Eurospin (635) e Lidl (206).

Profondo il rosso di Carrefour (-2,5 miliardi) e Auchan (-559 milioni).

Il sistema delle maggiori Coop, prosegue il report Mediobanca, ha chiuso il 2015 con un fatturato aggregato a 10,9 miliardi, in lieve perdita operativa ma con un risultato corrente positivo (3,1% del fatturato), grazie al contributo della gestione finanziaria (3,8% del fatturato). La Coop Centro Italia è stata la più performante (margine industriale al 2,9% del fatturato). Unicoop Firenze è la cooperativa di maggiori dimensioni (fatturato di 2,3 miliardi) e quella più efficiente (14.250 euro di vendite per metro quadro).

I finanziamenti da soci sono in diminuzione del 3%, da 11,1 miliardi nel 2014 a 10,7 miliardi nel 2015. Il portafoglio degli investimenti finanziari è pari a 10,8 miliardi, le disponibilità raggiungono i 2 miliardi di euro (-0,5% sul 2014).

Altre Notizie