Sabato, 27 Mag, 2017

Lavoro: a novembre sale la disoccupazione, tra i giovani al 39,4%

Risale la disoccupazione a novembre è allarme per i giovani Lavoro: a novembre sale la disoccupazione, tra i giovani al 39,4%
Moreno Priola | 12 Gennaio, 2017, 04:07

Aumento del tasso di disoccupazione in Svizzera lo scorso mese di dicembre: la quota delle persone iscritte presso gli uffici regionali di collocamento (URC) è salita rispetto a novembre di 0,2 punti percentuali (10'144 persone) al 3,5%.

Per quanto riguarda il tipo di rapporti di lavoro sono in aumento i lavoratori indipendenti e i contratti a tempo indeterminato, mentre calano quelli determinati: in totale il tasso di occupazione arriva al 57,3%, con un aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente.

A novembre la stima degli occupati è in lieve crescita rispetto a ottobre (+0,1%, pari a +19 mila unità). Rispetto a novembre 2015, la disoccupazione è diminuita di 1,552 milioni nella EU28 e 972.000 unità nella zona euro.

Contemporaneamente, si registra un aumento dell'occupazione nella fascia di età di cittadini di 50 anni, over 50 e donne. Commento che suggerisce che la disoccupazione giovanile aumenti solo perché i giovani passano dalle file degli inattivi a quelle delle forze di lavoro, dedicandosi attivamente alla ricerca di occupazione. Il tasso di inattività è ai minimi storici (34,8%). Il tasso di disoccupazione è pari all'11,9%, in aumento di 0,2 punti percentuali su base mensile. Il tasso di disoccupazione dei giovani è tornato a salire (+1,8 punti su ottobre), il dato peggiore in Ue dopo Grecia e Spagna (21,2% nell'area euro). Rispetto ad un anno fa, il tasso di disoccupazione a novembre 2016 è sceso in ventiquattro Stati membri, mentre è aumentato in Estonia (dal 6,3% al 7,4% tra ottobre 2015 e ottobre 2016), Cipro (dal 13,2% al 14,2%), Danimarca (dal 6,1% al 6,5%) e in Italia (dall'11,5% all'11,9%) che significa oltre due punti percentuali in più della media. Nello stesso trimestre al lieve calo degli occupati si è accompagnata la crescita del 2,4% dei disoccupati, pari a 72 mila persone, e la contrazione dello 0,6% delle persone inattive, 78 mila persone.

Nel mese di novembre 2016, 4,280 milioni di giovani (soggetti di età sotto i 25) risultavano disoccupati nella EU28, di cui 3.007.000 nella zona euro. Questo segnala quindi una stabilità del mercato del lavoro, che continua da alcuni mesi. La crescita tendenziale è attribuibile quasi esclusivamente ai lavoratori dipendenti (+193 mila, di cui +135 mila i permanenti) e si manifesta sia per le donne sia per gli uomini, concentrandosi esclusivamente tra gli over 50 (+453mila).

Altre Notizie