Lunedi, 20 Novembre, 2017

Mondiale 2026, ufficiale: torneo a 48 squadre. Niente supplementari fino ai quarti

Iona Trifiletti | 11 Gennaio, 2017, 08:16

La proposta di Infantino di un nuovo Mondiale con 48 nazionali sarà valutata attentamente nella giornata di martedì nel primo consiglio del 2017 della Fifa. Non più 64 partite, ma 80.

Secondo uno studio di Zurigo, infatti, un mondiale così organizzato frutterebbe poco più- si fa per dire- di seicento milioni di euro, per la gioia del buon Gianni Infantino, diventato presidente del massimo organismo calcistico solamente nel febbraio 2016.

Il Presidente della FIFA Infantino ha deciso.

Dagli attuali 3,35 miliardi di euro di ricavi, arriveremo a 3,95 miliardi. "La febbre del calcio per una nazione qualificata è la più forte spinta allo sviluppo del mondo del pallone". In tal senso, l'Europa dovrebbe passare da 13 a 14 squadre partecipanti, mentre l'Africa da 5 a 7 e l'Asia da 4 a 6.

Mondiale extralarge, è già stato ribattezzato. Dal 2026, la competizione più bella del pianeta sportivo, aprirà le porte a diverse nazionali che per la prima volta, o a distanza di diversi lustri, avranno l'opportunità di confrontarsi con le squadre più titolate nel torneo dei sogni.

Non sarà certamente una selezione qualitativa e il rischio di assistere a partite dal livello trascurabile - dando ragione a Müller, Lowe e ai Francesi- è abbastanza alto, ma per i sogni dei bambini è giusto rischiare. Lo comunica la Fifa sul proprio account Twitter.

Un tempo a scontrarsi erano le scuole calcistiche dei vari Paesi: il catenaccio italiano, la ginga brasiliana, la garra di Argentina e Uruguay, il calcio totale olandese, la solidità tedesca, l'opportunismo francese, l'inconcludenza iberica. Sarà il Consiglio Fifa a dover decidere il tutto.

Altre Notizie