Venerdì, 24 Novembre, 2017

Napoli, 45 arresti per spaccio: bimbi usati per confezionare

Napoli la camorra usa i bambini per confezionare e spacciare la droga Napoli, 45 arresti per spaccio: bimbi usati per confezionare
Quartilla Lauricella | 17 Gennaio, 2017, 22:06

Stamane i carabinieri hanno portato a termine un importante blitz contro il clan Elia, concludendo 45 misure cautelari contro presunti esponenti del sodalizio criminale. Gl inquirenti hanno anche potuto ricostruire l'organigramma della cosca che controlla gli affari illeciti tra piazza del Plebiscito e via Santa Lucia, a ridosso del lungomare, ma anche quelli di borgo Marinari e di via Partenope. Si aggiunge a loro anche una bambina di 8 anni, che aveva il compito di confezionare in casa le dosi di cocaina e un ragazzino di 12 anni, che aveva l'incarico di consegnare lo stupefacente in strada. I piccoli - alcuni di appena 10 anni - si occupavano di cocaina, hashish e marijuana.

I bambini, tutti al di sotto dei 14 anni, hanno legami familiari con gli esponenti del clan egemone della zona di Pallonetto a Santa Lucia, uno dei luoghi più caratteristici di Napoli.

Le 45 persone fermate, sono accusate di diversi reati: associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio di droga, estorsione e detenzione e porto illegale di armi. Durante l'attività investigativa, lo scorso luglio, i militari hanno ripreso con una microcamera installata nella zona del Pallonetto di Santa Lucia, una "stesa", cioè una sparatoria all'impazzata. Sequestrate anche numerose dosi di dosi di droga e armi, tra cui una mitraglietta. Il pizzo era imposto anche ai gestori delle piazze di spaccio.

Altre Notizie