Sabato, 29 Aprile, 2017

Roma, Spalletti: "Complimenti ai ragazzi. La squadra ha fatto una gran partita"

Iona Trifiletti | 11 Gennaio, 2017, 06:05

Luciano Spalletti elogia così i suoi ragazzi dopo l'importantissima vittoria contro il Genoa allo Stadio Luigi Ferraris.

"Oggi la squadra fatto una grandissima partita, soprattutto sotto l'aspetto caratteriale, per personalità e impatto fisico: tutte quelle cose che avevamo descritto come piccoli difetti oggi sono state trasformate in qualità per vincere la partita". Davanti abbiamo fatto bene, anche se non abbiamo sfruttato al massimo situazioni pericolose, ma finalmente è arrivata una vittoria 'sporca'. Se avessimo avuto uno che ti fa salire la squadra oggi potevamo avere qualcosa di più oggi. Per la partita che ha fatto oggi è stato fondamentale ritrovare Ruediger e Strootman che ha fatto una grandissima partita. Non c'è bisogno che mi rispondiate lì da Milano, mi fate impazzire.

"Non lo so, non m'interessa ciò che interpreta la gente, so quello che dico io e il mio rapporto con i miei giocatori". De Rossi ha definito così il clima in campo: "C'era da mettersi gli scarponi da lavoro, l'abbiamo fatto e sono contento, perché era veramente difficile". Poi se su una semplice domanda si creano i presupposti per fare casino... Bisogna rendersi conto del quotidiano, si vuole far apparire una situazione che non è reale. Oggi la gara è stata vinta con queste caratteristiche.

Ha alzato l'asticella provando ad attaccare il Genoa sull'impatto fisico?

Fazio sta diventando un punto fermo. Essere stati pronti in queste qualità in cui avevo trovato da dire significa aver fatto un passo in avanti nel metterci un'altra caratteristica che ci potrà essere utile in tutte queste trasferte che avremo. Mi fa piacere citare Strootman, ha fatto una grande partita, è tornato lo Strootman che ci aspettiamo. Gli si chiede il gol ma visto lo svolgimento della gara l'importante era stare dentro la squadra con quei comportamenti che non facevano soffrire eccessivamente la squadra. Infine, sulle parole di Spalletti alla Juve e la riforma della Serie A: "Siamo professionisti e bisogna lavorare con rispetto". Higuain non era arrabbiato, si devono mettere l'anima in pace perchè ho 11 da mettere in campo.

Altre Notizie