Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Svizzera, le ragazze musulmane nuoteranno con i maschi

Svizzera, le ragazze musulmane nuoteranno con i maschi Svizzera, le ragazze musulmane nuoteranno con i maschi
Evandro Fare | 10 Gennaio, 2017, 15:46

In Svizzera le ragazze musulmane dovranno frequentare i corsi di nuoto misti.

l'Echr ha stabilito che l'imposizione interferisce con la libertà di culto, ma non costituisce una violazione e che è lecito che le autorità svizzere decidano di dare la precedenza all'applicazione del curriculum scolastico completo e all'integrazione dei bambini nella società.

Il caso riguarda il diritto o meno dello stato svizzero di obbligare i genitori musulmani a consentire la partecipazione delle proprie figlie alle lezioni di nuoto insieme ai compagni maschi. Ma in Svizzera e a Strasburgo la pensano diversamente.

La Corte europea dei diritti dell'uomo (Cedu) di Strasburgo ha bocciato il ricorso di due genitori musulmani di Basilea che avevano rifiutato di lasciar partecipare le figlie ancora impuberi alle lezioni obbligatorie miste di nuoto impartite agli scolari delle elementari. Secondo la Corte, infatti, al contrario di quanto sostenuto dai ricorrenti, "pur rappresentando un'interferenza nel diritto alla libertà di religione" la sanzione comminata sarebbe "conforme ad un altro diritto, ovvero quello di proteggere i ragazzi stranieri da qualsiasi forma di esclusione sociale. L'interesse degli studenti a ricevere un'istruzione completa che li aiuti ad integrarsi pienamente con gli usi e i costumi locali prevale sulla volontà dei genitori di esentare i figli dalle lezioni miste".

Altre Notizie