Domenica, 19 Novembre, 2017

Thailandia, scarcerati i due giovani italiani: saranno rimpatriati

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Evandro Fare | 11 Gennaio, 2017, 17:03

Rischiano fino a due anni di reclusione per vilipendio Tobias Gamper (22 anni) e Jan Gerstgrasser (18), entrambi altoatesini di Naturno in Val Venosta, i due turisti italiani arrestati a Krabi, nel sud della Thailandia, perché colpevoli di aver strappato e gettato a terra alcune bandiere della Thailandia, simbolo nazionale del Paese asiatico. In inglese, uno degli arrestati spiega che i due erano "veramente, veramente ubriachi" e che ignoravano la legge, aggiungendo: "Amiamo la Thailandia e il popolo thailandese". I due giovani però, dopo l'intervento da parte delle forze dell'ordine, così come si legge sulla versione online de Il Messaggero, avevano affermato di essere stati maltrattati dai gestori del locale. La notizia, inizialmente riportata dal sito del "Bangkok Post", è stata confermata all'Ansa da fonti della polizia thailandese.

E se questo è il rispetto per una bandiera straniera, quale rispetto per il Tricolore? A un certo punto uno si ferma e strappa una bandiera appesa al muro. Ma alcune telecamere di sorveglianza riprendono tutto. Il video è stato poi postato su Facebook da Andake Saranath, permettendo alla polizia di rintracciarli e arrestarli. La stragrande maggioranza dei commenti sono profondamente negativi verso i due italiani. Va detto che Ian, nella sua pagina Facebook, prima di essere arrestato, aveva raccontato un episodio accaduto a Krabi, forse all'origine della loro rabbia. Ci hanno colpito senza spiegarci il perché. E cosa hanno fatto? "Non ci hanno neppure parlato e ci hanno portato alla stazione di polizia". Forse anche altro, con tutte le conseguenze di una vacanza che evidentemente si sono pagati con il loro lavoro ma non è proprio come stare a pensione in un maso altoatesino a 1 stella (peraltro ce ne sono di splendidi in Alto Adige). Al cinema, prima di ogni film, viene proiettato un video con l'inno della monarchia, non alzarsi in segno di rispetto viene considerato inaccettabile anche per un turista straniero.

Altre Notizie