Lunedi, 18 Dicembre, 2017

Thailandia: scarcerati i due italiani che hanno strappato bandiere nazionali, saranno espulsi

Thailandia: scarcerati i due italiani che hanno strappato bandiere nazionali, saranno espulsi Thailandia: scarcerati i due italiani che hanno strappato bandiere nazionali, saranno espulsi
Evandro Fare | 11 Gennaio, 2017, 19:04

I turisti italiani stavano tornado nel loro alloggio di Krabi, sud della Thailandia e i due, che hanno confessato in pubblico di aver commesso l'atto quando erano veramente ubriachi, sono stati beccati dalle telecamere mentre strappavano 5 bandiere nazionali della Thailandia. Il caso è seguito con attenzione anche dalla nostra ambasciata a Bangkok, in contatto con le famiglie. Nei prossimi giorni, come previsto dall'iter di espulsione, i due saranno consegnati alla polizia dell'Immigrazione e trasferiti nella capitale, dove rimarranno in cella fino al momento del rimpatrio. La polizia thailandese ha provveduto subito a fermare i due ragazzi italiani per il reato commesso: un altro video mostra Ian e Tobias alla stazione di polizia che provano a spiegare i motivi del gesto. A un certo punto uno si ferma, strappa una bandiera appesa al muro. E ancora: "Siamo molto dispiaciuti, eravamo davvero ubriachi".

"Alle loro affermazioni, credo, non va attribuito alcun significato di carattere politico", ha poi aggiunto il governatore in risposta alle polemiche politiche seguite all'affermazione dei due giovani, secondo i quali in Italia alla bandiera sarebbe attribuito un significato diverso che non in Thailandia, invitando a considerare che quanto detto è stato detto da due ragazzi. Il video viene postato su Facebook e in questo modo la polizia riesce a rintracciare e a fermare i due italiani.

I due si sono giustificati dicendo che avevano bevuto un po' troppo e che si trattava dunque di una bravata da ebbrezza alcolica.

Secondo la legge locale, il vilipendio alla bandiera nazionale può essere punito con il carcere fino a due anni di carcere e una multa fino a 4mila Bath, poco più di 105 euro. "Amiamo il popolo thailandese, ci piace tutto, ma non conosciamo la legge". Entrambi i ragazzi sono conosciuti in paese, soprattutto Tobias, che ha una grande passione per il calcio e fa parte di una band musicale.

Altre Notizie