Venerdì, 24 Novembre, 2017

Sgarbi: "Caso Raggi, ecco la telefonata che mi ha fatto Beppe Grillo"

Sgarbi: Sgarbi: "Caso Raggi, ecco la telefonata che mi ha fatto Beppe Grillo"
Evandro Fare | 09 Febbraio, 2017, 19:23

"Non debbo smentire nulla".

"Che cazzo dici. Io non ti ho mai sentito, qua è successo un un casino, devi smentire". Vittorio, dai... che fai? La Raggi è bravissima, metti nella rogna me, lei, tutti. "Da me non trovano neanche una lira, questi sono una piccola banda di piccolo cabotaggio, ecco cosa è la Raggi lì". "Interpreto il tuo pensiero". Abbiamo registrato la telefonata, lo abbiamo fatto apposta. - Le parole riportate da Vittorio Sgarbi sulla telefonata di Beppe Grillo sono molto pesanti: "Grillo mi ha detto che la Raggi è una depensante, così la considera - spiega poi Sgarbi n un'altra intervista alla Radio dell'Università Niccolò Cusano - La telefonata in questione tra me e Grillo risale a prima che la indagassero". Lui ha iniziato a elaborare una teoria giustificazionista quando ha intuito che poteva arrivare l'avviso di garanzia. "Sta difendendo un presidio, pensa di commissariarlo, dal punto di vista strategico posso anche capirlo". Già, sempre con la Zanzara protagonista questa volta dalla parte dello scherzo organizzato, venne chiamato il membro del Pd Barca da un finto Nichi Vendola, ottenendo importanti dichairzoni anche choc contro Matteo Renzi.

Nel corso della mattinata Vittorio Sgarbi, in un'intervista concessa a Radio Cusano Campus e La Zanzara di Radio 24, ha rivelato di essere in possesso di una registrazione, ottenuta prima dell'editto sugli indagati voluto dal garante del Movimento 5 Stelle, in cui Beppe Grillo sostiene che il sindaco di Roma Virginia Raggi sia "una depensante", scatenando un vero e proprio terremoto politico.

Altre Notizie