Giovedi, 15 Novembre, 2018

CALCIO ESTERO. Conte-Mourihno sfiorano la rissa in Fa Cup

CALCIO ESTERO. Conte-Mourihno sfiorano la rissa in Fa Cup CALCIO ESTERO. Conte-Mourihno sfiorano la rissa in Fa Cup
Iona Trifiletti | 27 Marzo, 2017, 03:42

Il solito Mourinho, nonostante il 4-0 subìto a opera della squadra di Antonio Conte a ottobre in Premier League, nonostante la sconfitta di ieri sera (1-0 gol di Kanté) che ha consegnato al Chelsea l'accesso alle semifinali di FA Cup e al Manchester United l'ennesima delusione della stagione. In campo, il portoghese aveva già risposto a modo suo, a quei tifosi che una volta lo adoravano, mimando con le dita il numero 3 per ricordare i campionati vinti con lui in panchina nelle sue due esperienze (2004-2007 e 2013-2015). "Sono davvero orgoglioso dei miei giocatori e dei tifosi del Manchester United". Durante la partita non sono mancate le scintille tra l'ex tecnico della Juventus e lo Special One, addirittura divisi dal quarto uomo per evitare un contatto fisico. Conte ha ringhiato di nuovo, Mourinho sarebbe stato pronto a dargli addosso, se non fosse stato per l'intervento di alcuni calciatori e successivamente dell'arbitro.

E la risposta dell'ex allenatore dell'Italia non si è fatta attendere: "Noi volevamo solo giocare a calcio". "Non devo mandare nessun messaggio a nessuno, sono l'allenatore del Chelsea e faccio tutto il possibile per il Chelsea, quello che succede fuori dal campo ci fa solo sorridere". "Se lo rivedrò, gli stringerò la mano". In seguito a questo, lo stadio si spacca dimenticando Mourinho e cantando un inno verso Conte denigrando Mou con un coro che dice: "You're not Special anymore", letteralmente "non sei più speciale".

Altre Notizie