Mercoledì, 15 Agosto, 2018

Arkansas, giudice blocca esecuzione di sei condannati a morte

Arkansas pena capitale pena di morte Stati Uniti USA Sicilia Mondo Arkansas, giudice blocca esecuzione di sei condannati a morte
Evandro Fare | 16 Aprile, 2017, 02:31

Johnny Depp è apparso al fianco di Damien Echols, che ha vissuto 18 anni nel braccio della morte prima di essere liberato nel 2011 con un patteggiamento dove ha mantenuto la sua innocenza. La loro esecuzione è stata infatti fermata da un giudice, che ha emesso una sentenza che blocca l'uso di bromuro di rocuronio: questo è uno dei tre farmaci che vengono utilizzati nel mix letale. La motivazione è la scadenza di uno dei tre farmaci usati, il midazolan. L'ultimo scorso l'Associated Press aveva individuato la Hospira, acquistata da Pfizer, come probabile produttrice del vecuronio bromuro, il terzo farmaco letale usato nell'Arkansas: secondo il protocollo dell'esecuzioni dello Stato, il midazolam viene usato per sedare il detenuto, il vecuronio bromuro per bloccargli la respirazione e infine il cloruro di potassio per arrestarne il battito cardiaco.

Le esecuzioni non sono state annullate, ma sospese. Leslie Rutledge, l'Attorney General statale, ha preannunciato ricorso ma la decisione del giudice Kristine Baker ha tutte le carte in regola per far deragliare i piani del governatore Asa Hutchinson di passare al Guinness dei Primati: dal 1976, quando la Corte Suprema ha dato luce verde al ritorno della pena di morte, nessuno stato ha giustiziato tanti detenuti in un arco di tempo così stretto.

In 11 giorni, in Arkansas, sono state eseguite ben 8 esecuzioni dopo un blocco che durava ormai da anni provocato dalla difficoltà a reperire i farmaci mortali sul mercato. "Bisogna fermare queste esecuzioni, due delle quali riguardano prigionieri che hanno gravi forme di disabilità mentale e altre destano perplessità per quanto riguarda lo svolgimento dei processi".

Altre Notizie