Martedì, 14 Agosto, 2018

Corona, tanti soldi in 'nero' con Belen

Corona, tanti soldi in 'nero' con Belen Corona, tanti soldi in 'nero' con Belen
Quartilla Lauricella | 06 Aprile, 2017, 19:59

Fabrizio Corona torna in tribunale per una deposizione di fronte al Pubblico Ministero Alessandra Dolci del Tribunale di Milano in merito al processo per intestazione fittizia di beni, frode fiscale e violazione delle norme patrimoniali.

L'ex re dei paparazzi ha deposto in aula chiamato a giustificare i quasi 2 milioni di Euro in contanti trovati nel controsoffitto dell'appartamento di una sua stretta collaboratrice. Corona, arrivato in tribunale dal carcere di San Vittore con un libro di Gianrico Carofiglio tra le mani, ha detto che i soldi sono il frutto di serate e campagne promozionali alle quali ha partecipato tra il 2008 e il 2012, dunque dopo essere uscito dal carcere per la vicenda di Vallettopoli e prima di rientrarvi per la vicenda dei foto-ricatti. Ha raccontato, poi, che il 'nero' "non lo dichiaravo, venivo da un momento difficile dopo il primo arresto, lo raccoglievo e lo mettevo in tre cassette di sicurezza, due intestate ad una mia amica di cui non voglio fare il nome".

Per questo, ha riferito ora Corona in aula "sono andato a prenderli dalle cassette di sicurezza, li ho messi in sacchi neri della spazzatura chiusi con adesivi di color marrone e li ho consegnati a Francesca Persi di cui mi fidavo, che conosco da 15 anni e che so che non avrebbe toccato nemmeno un euro". E aggiunge: "Quando con Belen Rodriguez siamo diventati una coppia mediatica eccezionale". Contiamo, contiamo e a un certo punto mi viene da ridere. E oggi arrivano delle dichiarazioni esplicite di Corona, riportate da tutti i maggiori quotidiani italiani, che ci fanno capire come con tanti soldi si possa davvero diventare delle grandissime icone di stile! Arrivati a un milione e quattro ci fermiamo per la stanchezza e rimettiamo tutto a posto'. "Di quel milione e ottocentomila euro non sapevo che farmene". E' uno dei passaggi del suo interoogatorio, non il solo, in cui Fabrizio Corona rievoca il periodo della sua vita caratterizzato da un utilizzo smodato di sostanze stupefacenti. La scelta della Persi come custode del denaro viene giustificata cosi': "Anche se la vedete cosi' ingenua e minuta, lei è una ragazza molto in gamba e i soldi li ha murati lei da sola, senza sapere quanti fossero". Ci conosciamo da vent'anni, lei ha un amore folle nei miei confronti e io mi fido ciecamente di lei, sapevo che non avrebbe toccato neanche un euro'. Il legale ha ribadito inoltre che è stato proprio l'ex fotografo dei vip a chiamare la Dda (Direzione distrettuale antimafiaO) e che non sono stati ravvisati collegamenti tra il suo assistito e la criminalità organizzata.

Altre Notizie