Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Violenza tra giovani, Mattarella: "Contrastare episodi come quello di Alatri"

Sosteneo Paonessa | 04 Aprile, 2017, 08:49

Sono state consegnate questa mattina dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso della cerimonia svoltasi all'aeroporto "Ramirez" di Gioia per il 94esimo anniversario dalla nascita dell'Aeronautica militare e in occasione del centenario della costituzione dei primi cinque gruppi caccia.

Infine, ne ha sottolineato l'utilità educativa: "può insegnare tante cose" e "può aiutarci a contrastare quella violenza verbale" che oggi purtroppo occupa i rapporti sociali diretti e nella rete. "Una sfida che noi italiani possiamo vincere, innovando codici espressivi e i mezzi di produzione e distribuzione".

"Il cinema può aiutarci a riflettere, a superare barriere e pregiudizi, a scoprire il valore della diversità, a riflettere criticamente".

"Sono il portavoce del Partito del cinema, del PCI, di questo partito del cinema italiano" ha esordito Benigni, che al Presidente ha detto: "Lei è il mio modello, se io facessi il Presidente della Repubblica vorrei somigliarle". Il Presidente Mattarella ha passato in rassegna il reparto d'onore schierato con Bandiera e banda, accompagnato dal Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Claudio Graziano, dal Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Gen. Enzo Vecciarelli.

"La perdita d'interesse per il cinema è una perdita di felicità - ha detto Benigni - senza ci rimangono solo i corpi.il 2000 tanto atteso si è rivelato il secolo dei corpi". "Nell'ambito del complesso percorso di ristrutturazione delineato dal Libro Bianco per la Difesa, l'Aeronautica militare è impegnata in patria e all'estero nel suo ruolo di salvaguardia dello spazio aereo a tutela della sicurezza del Paese e della comunità internazionale, anche attraverso una presenza solidale verso i Paesi dell'Alleanza atlantica che chiedono il nostro supporto e nelle regioni dove maggiormente vengono percepiti rischi ed insicurezza", si legge nel messaggio di Mattarella. In pole position, per numero di nomination - 17 ciascuno -, sono Edoardo De Angelis e Paolo Virzì, rispettivamente con "Indivisibili" e "La pazza gioia".

Altre Notizie