Domenica, 18 Novembre, 2018

Lorenzin rassicura Pomezia: "Non c'è amianto nell'aria"

Pomezia Lorenzin Non rilevato amianto nell'aria Lorenzin rassicura Pomezia: "Non c'è amianto nell'aria"
Moreno Priola | 12 Mag, 2017, 05:38

Il ministro della Salute rassicura: "Non c'è presenza di fibre di amianto nell'aria" Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, rendendo noti gli ultimi dati rilevati, ha sottolineato durante il question time di oggi alla Camera che "non c'è presenza di fibre di amianto nell'aria".

Ciò detto, vorrei darvi immediatamente i dati, e cioè quanto mi è stato comunicato dall'ARPA Lazio, dall'Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana e dall'ASL Roma 6. "Siamo ancora in attesa di ricevere dagli Enti competenti i risultati delle analisi sull'eventuale dispersione di fibre di amianto nell'aria che possano confermare le rassicuranti anticipazioni del Ministro della Salute".

"I dati - spiegano dalla Regione Lazio - rilevano la totale assenza di Ipa (Idrocarburi policiclici aromatici) nelle zone di Ardea, Pomezia, Lanuvio, Aprilia, Anzio e Genzano, dove sono stati esaminati il trifoglio e l'orzo dal campo, insalata, il grano, le foglie di fava e carciofo, fieno misto, prato per pascolo ovini, scarola, insalata, bieta, lattuga, piselli e foglie". "Mi sono uscite sulla pelle delle macchie rosse e un'irritazione ad un occhio" comunica preoccupato un altro signore sulla cinquantina. "E ha precisato che risultano analoghi ai valori registrati nel centro urbano di Roma nei periodi invernali nei giorni di particolari criticità di inquinamento".

Dopo la scoperta della presenza dell'amianto nelle lastre di copertura dei capannoni dello stabilimento, la Asl Rm 6 ha chiesto al sindaco di Pomezia la bonifica del sito e la rimozione dei materiali a rischio. Fortunatamente, diciamo che non è stata rivelata presenza di fibre di amianto nell'aria: questo è un dato estremamente positivo per la cittadinanza. Verranno attivate le procedure per la rimozione dei rifiuti e gli operatori verranno messi in sicurezza.

Inoltre, è stata data indicazione che i prodotti ortofrutticoli coltivati al di fuori di detta area debbano essere accuratamente lavati prima del consumo.

Arriva una buona notizia a margine dell'incendio che ha devastato il deposito di rifiuti della ex "Eco-X" di Pomezia. "La gente si barrica in casa, usa mascherine e occhiali da protezione, tutte misure che riguardano il momento acuto", ha osservato, ricordando invece che "le diossine si accumulano, concentrandosi al suolo, nelle piante e nei grassi degli animali superiori, uomo compreso". Preoccupazioni su una vicenda che ha ancora elementi di incertezza, visto che alcune analisi non sono ancora disponibili.

Altre Notizie