Sabato, 18 Novembre, 2017

Monaco-Juventus 0-2 - Le parole di Allegri: "Soddisfatto dei miei giocatori"

Juventus Massimiliano Allegri allenatore in forza alla Juve dal 2014/2015
Iona Trifiletti | 05 Mag, 2017, 17:46

Monaco - "I ragazzi hanno fatto una bella partita, nel secondo tempo quando c'era da difendere nel modo giusto l'hanno fatto, non era facile perché il Monaco ha giocatori di grande talento e veloci, quindi i ragazzi sono stati bravi a non concedere ripartenze".

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine della gara con il Monaco. Un problema che non sarebbe tale, in realtà, per Allegri, il quale in conferenza stampa difende il proprio giocatore: "Higuain è stato acquistato per migliorare la squadra, sta facendo un'annata importante, non viene valutato solo per i suoi gol".

Una Juventus che per tutti i 90' si è dimostrata fisicamente perfetta: "La condizione è merito di tutto lo staff. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene". "Possiamo fare meglio ma dobbiamo essere contenti -aggiunge -".

SUI SINGOLI - Sulla crescita di Pjanic e Dani Alves non ha dubbi. C'è ancora il ritorno, loro non avranno niente daperdere e dovremo fare un'altra partita seria.

Sulla formazione, che ha stupito tutti: "Cuadrado è rimasto fuori per scelta tecnica, viste le caratteristiche del Monaco avevo bisogno di un giocatore di marcatura sulla fascia come Barzagli, che ha fatto una partita straordinaria, trascinando tutta la difesa nei momenti decisivi". In questa partita invece è tornato a fare il grande goleador che è, anche grazie a delle scommesse che ha con me e con Chiellini.

Ma oggi grandi prestazioni soprattutto dai rinforzi arrivati dal mercato estivo: "Dani Alves è stato fermato da un infortunio all'inizio della stagione, doveva conoscere il calcio italiano e i compagni, ora è diventato più concreto". Le premesse ci sono tutte e le ambizioni, in quell'ambiente, non mancano mai. Pjanic? Con luisono arrabbiato perché ha le qualità per diventare uno dei trecentrocampisti più forti al mondo ma ogni volta che perde palladiventa una tragedia. "Loro sono una squadra che gioca molto in verticale". Deve essere sempre convinto delle sue qualità che finora non ha espresso o ha espresso parzialmente.

Altre Notizie