Sabato, 24 Giugno, 2017

A Cento la Giornata mondiale del donatore di sangue

A Cento la Giornata mondiale del donatore di sangue A Cento la Giornata mondiale del donatore di sangue
Moreno Priola | 13 Giugno, 2017, 15:27

L'evento principale, la Festa del Donatore AVIS, si terrà giovedì 15 giugno nella magnifica cornice del Mercato Centrale. Alle ore 21 si svolgerà la premiazione dei donatori benemeriti e alle 22 intrattenimento musicale con il gruppo musicale "30 Corde". "Per donare il sangue, è sufficiente avere un'età compresa fra 18 e 65 anni, essere in buona salute e pesare più di 50 chilogrammi".

Per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha realizzato quattro poster sull'importanza di donare in modo regolare e programmato durante tutto l'arco dell'anno e non solo quando si verificano delle calamità. Il testo che campeggia sui poster è infatti "Non aspettare che si verifichino dei disastri".

La Direzione Generale dell'azienda ospedaliera universitaria Ruggi d'Aragona comunica che mercoledì 14 giugno, in adesione alla Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, è stata organizzata una "Raccolta sangue straordinaria" che vedrà dalle ore 8.00 alle ore 12.00 l'Autoemoteca Aziendale in Piazza dei Marinai (inizio Lungomare adiacente Piazza della Concordia) per accogliere tutti coloro che vorranno aderire all'invito a donare e che non hanno la possibilità di giungere fino al Plesso Ruggi di Via San Leonardo dove, in ogni caso, sarà in funzione il centro Trasfusionale.

E aggiungono: "Si tratta di un'emergenza generica e purtroppo attuale, che pur non riguardando direttamente l'ospedale, ha spinto la direzione sanitaria a far partire una serie di lettere di sensibilizzazione indirizzate ai dipendenti donatori, che sono molti, per chiedere loro di dare una mano".

Da cosa dipende? Aldo Ozino Caligaris, presidente di Fidas, una delle quattro grandi federazioni nazionali con Fratres, Cri e Avis (si aggiungono le associazioni spontanee, ad esempio quella attivissima della Polizia di Stato), individua due ragioni fondamentali: "Il principale motivo è il cambiamento della realtà occupazionale". Per l'occasione, la thyssenkrupp-Acciai Speciali Terni apre le porte all'Avis comunale della città capoluogo.

Altre Notizie