Lunedi, 23 Luglio, 2018

A Napoli un mercato nero di farmaci salva-vita: 32 indagati

A Napoli un mercato nero di farmaci salva-vita: 32 indagati A Napoli un mercato nero di farmaci salva-vita: 32 indagati
Moreno Priola | 13 Giugno, 2017, 13:34

Due anni fa il traffico di farmaci salvavita - rubati e poi riciclati anche all'estero - fu scoperto a Monza, oggi i carabinieri del Nas hanno arrestato cinque persone, dipendenti di grossisti e deposito farmaci, accusate di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e riciclaggio di farmaci.

Si tratta di un 46enne informatore scientifico, un 47enne già addetto al settore farmaceutico ma attualmente disoccupato, 47enne e 62enne entrambi trasportatori del settore e di un 43enne dipendente di un importante distributore farmaceutico dell'area orientale napoletana.

Avrebbero rivenduto farmaci rubati a prezzi inferiori a quelli di mercato a grossisti e farmacisti compiacenti. Il prezzo di vendita ai farmacisti era, ovviamente, inferiore a quello di mercato e, per dissimulare la illecita provenienza, venivano formate false fatture di acquisto. È risultato dalle indagini che venivano commercializzate anche sostanze anabolizzanti. I provvedimenti di custodia cautelare per reati di associazione a delinquere, riciclaggio, ricettazione e furto aggravato di farmaci, contestati a vario titolo e secondo diverse posizioni agli indagati. A tali risultati si è pervenuti attraverso attività di intercettazione e servizi di pedinamento, osservazione e controllo. Inoltre c'era un rischio concreto per la salute in quanto molti dei medicinali venduti erano mal conservati o prossimi alla scadenza.

Altre Notizie