Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Assalto al bus dei tifosi della Juventus: arrestati tre ultras del Napoli

20170616_102348_EF99EE4B Assalto al bus dei tifosi della Juventus: arrestati tre ultras del Napoli
Moreno Priola | 16 Giugno, 2017, 13:34

Il gip, nell'adottare il provvedimento restrittivo, ha accolto la tesi investigativa, ravvisando i reati di rapina e lesioni aggravate.

I sedicenti fan del club azzurro sono stati presi grazie ad un'operazione condotta dalla Digos della Questura di Frosinone e della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone con l'aiuto della Digos di Napoli e Caserta. I fatti risalgono al 15 maggio scorso e avvennero presso l'area di servizio 'La Macchia Ovest' nel territorio di Anagni dopo la partita Roma-Juventus.

Tre "ultras" del Napoli Calcio sono stati arrestati (ai domiciliari) da agenti della Digos della Questura di Frosinone e della Polizia Stradale di Frosinone, coadiuvati dalle Digos delle Questure di Napoli e Caserta, che hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Frosinone Antonello Bracaglia Morante, su proposta della Procura di Frosinone. In manette sono finiti un 37enne di Caserta e due giovani napoletani di 24 e 23 anni.

La notte del 15 maggio scorso, sette tifosi della Juventus rimasero feriti in seguito all'aggressione di un gruppo di ultras partenopei, che danneggiarono anche pesantemente il mezzo sul quale viaggiavano i supporters bianconeri. Gli ultrà napoletani, dopo la violenza, avevano anche preso dal furgone dei tifosi juventini alcune borse - contenenti denaro, oggetti personali e documenti -, prima di rimettersi in viaggio e allontanarsi verso Napoli.

E, ancora, che "gli indagati sono stati parte attiva di un grave fatto delittuoso di gruppo, senza nemmeno preoccuparsi, protetti dalla forza del "branco", della ragionevole possibilità di essere individuati dai videosistemi di sorveglianza e sicurezza di cui sono notoriamente dotate le autostrade".

Le immagini immortalate dalle telecamere presenti nel piazzale hanno consentito alla polizia di arrivare a tre degli autori materiali della rapina.

Altre Notizie