Giovedi, 19 Ottobre, 2017

Botulino nel cibo di casa, due ragazzi in rianimazione

Immagine notizia Botulino nel cibo portato da casa: due studenti in condizioni gravissime a Perugia
Moreno Priola | 19 Giugno, 2017, 19:36

Uno dei due avrebbe avuto anche un accenno di arresto cardiaco, scongiurato grazie all'intervento dei medici. I due ragazzi, 27 e 21 anni, sono arrivati in ospedale dopo una notte tra sabato e domenica di vomito, vertigini e dolori. Dopo i primi test è stato confermato che si trattava di botulino.

I due, nella consapevolezza della gravità della loro situazione, si sarebbero quindi recati presso il pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove sono stati ricoverati in gravi condizioni nel reparto rianimazione.

All'origine dei malori ci sarebbe stata una cena a base di alimenti arrivati sottovuoto dalla famiglia di uno dei due studenti fuori sede, un 27enne originario della provincia di Lecce e un 21enne di Viterbo.

Una grave intossicazione alimentare per botulino. Il tutto è successo, purtroppo, in una giornata non proprio facile: sette persone giunte in codice rosso e almeno una trentina di codici gialli.

Quando si parla di conserve alimentari è infatti indispensabile sapere che per realizzare questi prodotti in casa è necessario seguire un'attenta procedura per impedire che i cibi, quando vengono consumati, possano rivelarsi dannosi o addirittura fatali.

Altre Notizie