Sabato, 24 Giugno, 2017

CURVA SUD MILANO COMUNICATO UFFICIALE: la posizione della Curva sul caso Donnarumma

Milan Raiola Donnarumma, in campo il fratello: "Gigio ha dato anima per Milan"
Iona Trifiletti | 19 Giugno, 2017, 20:58

"Visto che loro erano in giro con il budget di un top player e il top player ce l'hanno in casa, io sicuramente avrei trovato un modo per soddisfare le parti, ma non siamo mai entrati in quei discorsi -prosegue Raiola ai microfoni di Sport Mediaset-".

Ciò che Raiola vuole assicurare, è che alla base del mancato rinnovo ci sia stato un problema di natura economica: "Quando sento dire che Gigi ha tradito per i soldi mi dà fastidio". Mino Raiola e il Milan faranno probabilmente passare del tempo. Lo ha dichiarato Marco Fassone che al canale Milan Tv ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in un caso che ormai sta diventando di dominio mondiale. Dopo i titoloni sui giornali sportivi e non, la valanga di insulti social, Gigio Donnarumma ha toccato con mano cosa significa guadagnarsi l'ira e il disprezzo dei tifosi, allo stadio, su un campo di calcio. Lui voleva un finale diverso e chissà che non possano esserci sorprese in futuro. "Ho sempre tenuto tutte le possibilità aperte ma io oggi e anche Gigi, seguendo il mio consiglio, non vediamo i presupposti per rinnovare". Ci auguriamo che tutti questi ragazzi potranno essere futuri campioni anche se così non sarà ma saranno campioni nella vita.

Il Milan si troverà in ritiro lunedì 3 luglio: "Per quella data non voglio avere giocatori in scadenza di contratto, ecco perché avevamo dato la deadline a Donnarumma. Galliani ci aveva provato varie volte ma la differenza è che Galliani ad un certo punto ha rispettato la nostra posizione". Il procuratore ha anche attaccato Massimiliano Mirabelli, ma l'a.d. del Milan lo ha difeso: "Nessuno lo ha mai accusato di avere un atteggiamento minatorio, Raiola è stato il primo. Gianluigi oggi avrebbe più difficoltà ad accettare la Juve però oggi è difficile dire che andrà alla Juve anche per il rispetto per il Milan preferirebbe l'estero, ma io da Raiola non lo escludo". "Mirabelli sta incontrando diversi agenti e diverse squadre in questi giorni, l'obiettivo resta quello di avere un portiere in più e poi Montella deciderà". Che la colpa è solo del Milan, ha affermato l'uomo d'affari, dal momento che la società rossonera ha messo eccessiva pressione ad un ragazzo di diciotto anni per concludere in fretta il rinnovo. Per quel che riguarda le parole dell'agente di Donnarumma e il pericolo del mobbing, saranno le attività a cui verrà destinato Donnarumma a determinare la reale situazione. Penso che anche questa giustificazione sia molto particolare. Le minacce e lo striscione non rimosso dalla società?

Altre Notizie