Lunedi, 20 Novembre, 2017

Dati Istat: cala la disoccupazione in Italia

Usa, rallenta crescita occupati a maggio, tasso disoccupazione cala a 4,3% Dati Istat: cala la disoccupazione in Italia
Quartilla Lauricella | 01 Giugno, 2017, 04:36

E ad aprile salgono gli occupati: la stima cresce dello 0,4% rispetto a marzo (+94.000 unita'), dopo un semestre in cui l'occupazione e' stata a tratti stabile o in lieve crescita.

È il commento di Confcommercio ai dati Istat di oggi su occupati e disoccupati ad Aprile 2017. Cresce il numero di lavoratori dipendenti, sia permanenti sia a termine.

In ogni caso, pensiamo che la disoccupazione possa mantenere un trend al ribasso nei prossimi mesi, anche se le variazioni congiunturali continueranno ad essere molto volatili; rivediamo anzi al ribasso la nostra previsione sul tasso di disoccupazione italiano nel 2017, a 11,3% da un precedente 11,5%.

Nel mese i disoccupati sono 2.880.000, in calo di 106.000 unità su marzo e di 146.000 unità su aprile 2016. Nonostante il buon dato sulla diminuzione di disoccupati, c'è l'allarmante crescita degli inattivi, ovvero coloro che non hanno occupazione né la cercano. Se ad aprile il dato dei senza lavoro è sceso infatti all'11,1% (-0,4 punti percentuali rispetto a marzo), tra i 15 e i 24 anni il tasso di disoccupazione è rimasto fermo al 34%. L'aumento interessa donne e uomini e coinvolge i 15-24enni e i 35-49enni, mentre tra gli over 50 l'inattività è in calo, stabile tra i 25-34enni.

La crescita è particolarmente accentuata tra gli ultracinquantenni (+362 mila) e più contenuta tra i 15-34enni (+37 mila), mentre calano i 35-49enni (-122 mila). Il tasso di occupazione sale al 57,9% (+0,2%). Il tasso di inattività è al 34,7%, in aumento di 0,1 punti su marzo e in calo di 0,4 punti su aprile 2016. E il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti sottolinea: "Questi dati sono la prova migliore dell'efficacia delle politiche per il lavoro portate avanti dal governo nel corso degli ultimi tre anni". "L'incremento di 94mila unità su base mensile degli occupati (+277mila in termini annui) - continua la nota - ha determinato un ulteriore avvicinamento ai livelli pre-crisi: rispetto al massimo raggiunto ad aprile 2008 la distanza è di sole 192mila unità". È il livello minimo registrato dal marzo del 2009.

La crescita dell'occupazione è legata soprattutto al lavoro dipendente.

Altre Notizie