Venerdì, 20 Luglio, 2018

Enel, arriva il contatore intelligente di seconda generazione

Enel, arriva il contatore intelligente di seconda generazione Enel, arriva il contatore intelligente di seconda generazione
Quartilla Lauricella | 28 Giugno, 2017, 04:37

I contatori Open Meter rispondono alle specifiche previste dalla delibera 87/2016 dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico e dovrebbero consentire ai clienti Enel di migliorare la consapevolezza dei propri consumi e accedere a nuovi servizi, senza incrementi tariffari. Il design di Open Meter, innovativo ed essenziale, è stato disegnato dall'architetto Michele De Lucchi e riflette le caratteristiche di precisione, affidabilità e semplicità di utilizzo del nuovo contatore. I lavori, già in fase operativa, saranno realizzati da 250 imprese esterne, impiegando 4 mila persone.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 26 giu - Con il contatore di seconda generazione di Enel "dal punto di vista del Paese si ritiene che determini un risparmio tra il 2 e il 6% di risparmio dei consumi elettrici e investimenti per 4,3 miliardi cui si aggiungeranno le municipalizzate che sceglieranno il sistema per arrivare ad un'operazione da un investimento attorno ai 6 miliardi: e' un'operazione che dara' lavoro e ossigeno alla nostra economia". Sono solo alcune delle funzioni del nuovo contatore intelligente di seconda generazione che l'Enel ha presentato oggi. "Siamo ai primi posti in quanto efficienza energetica - ha aggiunto Gentiloni -. Open Meter unisce le esigenze di tutelare il consumatore con le potenzialità tecniche, che fanno dell'Italia un Paese all'avanguardia".

Il piano illustrato dall'operatore energetico prevede l'installazione di 41 milioni di contatori 2.0 nei prossimi 15 anni. Di questi quasi 1 miliardo e 500 milioni saranno sostenuti nel biennio 2017 - 2019 per sostituire circa 13 milioni di vecchi contatori elettronici.

A due anni e mezzo dai primi annunci, con un percorso non privo di qualche intoppo, la campagna di sostituzione è stata presentata dall'amministratore delegato Francesco Starace e dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. Un secondo step è fissato al 2024, per 2,7 miliardi. Oltre alla possibilità da parte dei venditori di formulare proposte più in linea con i profili di consumo dei clienti. Se ogni famiglia trova giovamento ad ottimizzare i propri consumi, infatti, il risultato sarà di un quadro generale più equilibrato e morigerato, consentendo anche ai fornitori una gestione più intelligente e prevedibile dell'erogazione complessiva. I costi stimati dell'operazione di sostituzione, tutti a carico di Enel, sono di circa 4 miliardi di euro.

Altre Notizie