Mercoledì, 22 Novembre, 2017

Enel: in arrivo i contatori intelligenti, indicheranno tutti i consumi

Enel presenta Open Meter il nuovo contatore elettronico CONTATORI 2.0, PIANO ENEL DA 4.3 MILIARDI
Sosteneo Paonessa | 28 Giugno, 2017, 08:36

Per cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie digitali e fornire servizi innovativi e informazioni sui consumi più dettagliate, Enel (e-distribuzione) ha sviluppato la seconda generazione del sistema di Telegestione e dei suoi contatori intelligenti 2.0, Open Meter.

La povertà energetica, ovvero la condizione di quelle famiglie che non riescono con il loro reddito a sostenere tutte le spese energetiche necessarie per la propria casa, è un fenomeno in crescita anche in Italia e va di pari passo all'aumento del numero di individui che vertono in una condizione di povertà assoluta (da 1,8 milioni nel 2007 a 4,5 milioni nel 2015). Ai 32 milioni di sostituzioni già previste si aggiungono poi altre 9 milioni di nuove connessioni. Alla fine del processo di sostituzione saranno 41 milioni i contatori intelligenti in servizio. "Enel è da sempre protagonista a livello mondiale nella transizione energetica e l'Italia si posiziona fra i paesi leader anche in quanto a contributo solare - ha spiegato il capo del governo". È l'Enel che Con questo progetto "siamo all'avanguardia nel mondo", ha osservato ieri l'ad di Enel, Francesco Starace, affiancato dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, durante la presentazione della campagna di sostituzione. Il design di Open Meter, innovativo ed essenziale, è stato disegnato dall'architetto Michele De Lucchi e riflette le caratteristiche di precisione, affidabilità e semplicità di utilizzo del nuovo contatore. L'operazione "darà lavoro e ossigeno alla nostra economia", ha ricordato il premier secondo il quale con questi nuovi super-misuratori "sarà possibile un risparmio tra il 2 e il 6% dei consumi elettrici".

I lavori di installazione saranno realizzati da circa 250 imprese esterne, interessando complessivamente circa 4mila tecnici sull'intero territorio nazionale.

Un secondo step è fissato al 2024, per 2,7 miliardi di euro. All'Enel si aggiungeranno probabilmente le grandi municipalizzate, portando gli investimenti "a circa 6 miliardi". Rimane la possibilità di usufruire di proposte commerciali da parte degli altri venditori di elettricità sul mercato, in base alle esigenze e ai profili di consumo degli utenti, che potranno scaturire in offerte dinamiche o prepagate. Più facili saranno il cambio di fornitore e la voltura, e più rari i conguagli.

Altre Notizie