Martedì, 22 Agosto, 2017

Fabrizio Corona riabbraccia Silvia Provvedi in aula: i baci sanno di libertà

Processo Corona attesa per la sentenza giudici in camera di consiglio   
                       
                
         Oggi alle 12:32 Processo Corona attesa per la sentenza giudici in camera di consiglio Oggi alle 12:32
Calogero Calderone | 20 Giugno, 2017, 00:56

"Giustizia è fatta!". Fabrizio Corona è stato condannato a un anno dal Tribunale di Milano nel processo con al centro i 2,6 milioni di euro che avrebbe sottratto al fisco nascondendoli tra il controsoffitto della collaboratrice e computata Francesca Persi e le cassette di sicurezza in Austria. Ricordate? L'ex re dei paparazzi era stato arrestato lo scorso 10 ottobre mentre era in prova ai servizi sociali per scontare pene precedenti. Così il fatto di aver subito una condanna lieve ha portato inevitabilmente l'ex re dei paparazzi ad esultare visto che sono cadute due imputazioni: quella per l'intestazione fittizia dei beni in relazione ai soldi in contanti, e la violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione. La condanna è riferita solo per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Ha quindi invitato tutti a mantenere la calma e a non divulgare notizie false, anche perchè il 21 giugno ci sarà un'altra sentenza, che si augura essere ugualmente positiva. Corona si è rivolto, poi, direttamente ai giudici che ha ringraziato più volte: "Io mi ero ritrovato e poi sono stato sfortunato, ma sono un brava persona e con la mafia e le accuse della Dda non c'entro nulla".

"Corona resta in carcere - ha detto Chiesa - perché il Tribunale di sorveglianza ha revocato il suo affidamento, ma, essendo venuto meno il mandato di cattura, le cose cambiano di molto". Non vede l'ora che Fabrizio possa riabbracciare suo figlio Carlos. E, in particolare, "li ho fatti nel 2009 - ha aggiunto - quando con Belen Rodriguez siamo diventati una coppia mediatica eccezionale, come Bonnie e Clyde eravamo, tutto quello che toccavamo diventava oro". "In ogni paese, in ogni provincia, mi perquisivano cercando qualsiasi cosa per mandarmi in carcere e avere quel minuto di celebrità".

Corona, prima che i giudici entrassero in camera di consiglio, ha citato il "daimon" - lo "spirito guida" di Platone - e ha fatto piangere la sua fidanzata Silvia Provvedi che lui stesso - con la voce rotta dall'emozione - ha definito "unica e speciale" e un "amore vero".

Più tardi Silvia Provvedi ha postato su Instagram la tenera immagine del bacio con Fabrizio Corona scrivendo 'Lotta per ciò in cui Credi e Ama...❤'. Ma ci sono anche alcune assoluzioni, non ultima quella del 12 Giugno.

Altre Notizie