Domenica, 18 Novembre, 2018

Gioia Tauro, sequestrati 309 chili di cocaina per valore di 62 milioni

20170616_080417_9449758B Gioia Tauro, sequestrati 309 chili di cocaina per valore di 62 milioni
Sosteneo Paonessa | 16 Giugno, 2017, 17:01

Solamente dall'inizio dell'anno, il quantitativo di cocaina sequestrata dalle Forze dell'ordine ammonta a oltre 830 kg.

Trecentonove chili di cocaina pura sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria insieme a funzionari dell'Agenzia delle Dogane-Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, col coordinamento della Dda nel porto di Gioia Tauro.

Un accordo necessario, visto che lunedì prossimo scade la cassa integrazione e per i 380 dipendenti del Medcenter Container Terminal si sarebbe creata una situazione complicata. La nave aveva fatto scalo nel porto calabrese di Gioia Tauro e sono prontamente scattate le operazioni di sequestro. Lo stupefacente, rinvenuto con l'ausilio di sofisticati scanner, all'interno di un container che trasportava noci, proveniva dal Cile ed era destinato in Turchia.

Secondo quanto confermato dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, la quantità del carico illegale di cocaina sarebbe paragonabile ad "una striscia ininterrotta di oltre 46 km, più della distanza da Roma a Tivoli, tolta dalla circolazione e dallo spaccio". Quello messo a segno dalle Fiamme gialle e dall'Agenzia delle dogane è dunque un nuovo colpo al traffico di sostanze stupefacenti gestito dalla criminalità organizzata nel grande porto della provincia di Reggio Calabria. "L' Agenzia per la somministrazione, la riqualificazione e la ricollocazione del personale posto in esubero da Mct, che in prospettiva e come già previsto per legge si trasformerà poi in soggetto art. 17 come operante in tutti gli altri porti di Italia, ha rappresentato la risposta del Governo alla prima e più importante richiesta giunta dal Sindacato".

Altre Notizie