Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Giornata mondiale del donatore di sangue: raccolta straordinaria al Ruggi

Giornata mondiale del donatore di sangue: raccolta straordinaria al Ruggi Giornata mondiale del donatore di sangue: raccolta straordinaria al Ruggi
Moreno Priola | 15 Giugno, 2017, 11:44

Nel dettaglio i donatori abituali sono stati 1.370.556 (81,2%), mentre quelli nuovi 317.071 (18,8%), mentre a livello di genere si registra una netta prevalenza per i maschi, che sono il 70%. Circa il 27% del totale rientra nella fascia di età 36-45 anni, il 28% in quella 46-55, il 13% in quella 18-25 e 56-65 mentre il 18% è tra 26 e 35 anni.

Nel 2016 trasfusioni in aumento del 3,7%. Tante, eppure in calo rispetto all'anno scorso. Sul podio il Friuli Venezia Giulia, in fondo alla classifica troviamo la Calabria. "Il sistema è sostanzialmente in equilibrio, ma in alcune regioni periodicamente è necessario ricorrere alla compensazione - afferma Giancarlo Maria Liumbruno - La Sardegna ad esempio ha un'ottima raccolta, ma non è autosufficiente perché ha molti pazienti talassemici, che necessitano di molto sangue per le terapie". Si comincerà infatti con il convegno "Attualità sulle vaccinazioni: realtà scientifiche e polemiche", che avrà come relatori Fabio Palma e Marco Libanore, quindi alle 21, in piazza Guercino, la 15ª Premiazione Comunale dei donatori di sangue Avis e Fidas e alle 21.45 lo spettacolo comico degli artisti Andrea Poltronieri e Duilio Pizzocchi. "L'App viene lanciata all'inizio di un periodo dell'anno caratterizzato, più degli altri, dalla carenza di sangue ed emocomponenti nella speranza che raggiunga il maggior numero di donatori e non, ricordando l'importanza del dono dallo schermo del telefono di ognuno di noi". "È un'enorme catena che ha dietro un patrimonio etico che va valorizzato e salvaguardato".

"Dall'analisi di questi dati - spiega la dottoressa Simonetta Nucci, responsabile del Programma Sangue Plasma dell'AUSL Romagna - si conferma, come ormai avviene da anni, una situazione complessivamente stabile del sistema sangue dell'Azienda USL della Romagna che, grazie alla preziosa collaborazione tra Servizi Trasfusionali e Associazioni/Federazioni di volontariato romagnole e alla sensibilità dei donatori, riesce a garantire l'autosufficienza locale, regionale e a concorrere anche a quella nazionale".

Una ragione in più per una gestione che non preveda la distruzione di sacche di sangue. Una raccolta straordinaria di sangue, nella Giornata proclamata dall'Organizzazione mondiale della sanità che, prosegue Saltari, "assume un valore particolarmente significativo per chi, come la nostra associazione, è impegnato quotidianamente a diffondere e promuovere la cultura della donazione di sangue". Non a caso, le immagini scelte per sensibilizzare alla donazione di sangue ritraggono quattro persone, di origini diverse (europea, mediterranea, africana ed asiatica) ritratte su uno sfondo che richiama le principali emergenze del proprio territorio. Dona adesso. Dona spesso”.

LEGGI ANCHE: Doni il sangue? "Lo slogan di quest'anno scelto dall´OMS per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue - Che posso fare?"

Altre Notizie