Giovedi, 29 Giugno, 2017

Governo sospende rimborso bond Veneto banca per decreto

Veneto Banca chiede 2,3 miliardi danni agli ex vertici Governo sospende rimborso bond Veneto banca per decreto
Quartilla Lauricella | 18 Giugno, 2017, 22:50

In prima fila ci sono.

La Ue approva lo stop ai pagamenti per il bond da nominali 150 milioni di Veneto Banca e ribadisce che lavora in stretto contatto con le autorità italiane nel salvataggio delle banche venete. Il Governo, grazie ad un decreto dalla messa in atto istantanea, ne congela i termini per sei mesi, bloccando di fatto il rimborso fino a che non saranno chiare e conosciute le posizioni della Comunità Europea sulla varie ipotesi di salvataggio di Banco Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Una sospensione così strutturata non costituisce infatti, spiegano gli esperti, un evento di default perché non è una decisione della banca ma di un'autorità terza nell'ambito di un negoziato su aiuti di Stato.

Il ministro all'Economia Pier Carlo Padoan oggi ha ribadito la sua fiducia in una soluzione positiva a breve di tutta la vicenda delle banche venete.

Il manager francese ha convinto i grandi azionisti della sua banca dell'opportunità di impegnarsi in questa partita, ottenendo un sostanziale via libera, condizionato alla capacità di coinvolgere anche gli altri istituti nazionali.

Non saranno invece della partita Mps, a sua volta alle prese con un duro piano di risanamento, Ubi, che deve ancora integrare le tre banche regionali finite con le gambe per aria alla fine del 2015, e Banco-Bpm, impegnate nella fusione. Sono infatti necessari 1,25 miliardi dai privati (cifra che potrebbe scendere in seguito alle trattative tra il Governo e Bruxelles).

Prosegue la telenovela sul salvataggio delle banche venete. Questo, non tanto per problemi di liquidità (sono appena stati emessi due nuovi bond senior Veneto Banca con garanzia pubblica), ma semplicemente per non incorrere in rischi riconducibili alla disparità di trattamento verso creditori dello stesso rango, posto che una soluzione è ormai vicina.

Altre Notizie