Giovedi, 19 Ottobre, 2017

Incendio di Londra, polizia: '79 tra morti e dispersi'

Evandro Fare | 20 Giugno, 2017, 01:51

Lo ha riconosciuto la premier britannica Theresa May, oggetto di numerose critiche. Secondo quanto afferma la Bbc, questo tipo di rivestimento negli Usa sarebbe vietato per strutture più alte di 12 metri, quindi già molto più basse della Grenfell Tower, e sarebbe stato lo stesso utilizzato in grattacieli in Francia, Australia ed Emirati Arabi teatro di terribili incendi propagatisi altrettanto velocemente. Ovviamente, una simile tragedia poteva accadere ovunque, anche in Italia, ma sta di fatto che è accaduta in Inghilterra e forse, pensandoci bene, non è del tutto vero che una relazione con la situazione lavorativa negativa italiana non esista.

Bertand si è infatti impegnato a offrire la sua disponibilità per aiutare a trovare nuove case per i sopravissuti, invitando inoltre a supportare in ogni modo le persone ferite, in attesa che vengano ritrovati i tantissimi dispersi nell'incendio della Grenfell.

Elio Trevisan, nonno della ragazza, ha raccontato precedentemente al Corriere Veneto che sua nipote era partita circa due mesi prima e sarebbe dovuta ritornare da loro giovedì scorso.

"Oggi - è l'incipit del messaggio della sovrana alla nazione - è un giorno tradizionalmente di celebrazioni". Elisabetta ha osservato il silenzio sui gradini di Buckingam Palace accanto al marito Filippo. Quest'anno, tuttavia, è difficile sfuggire al cupo umore della nazione. (May se ne deve andare), rimproverandole di aver gestito con freddezza, senza empatia e tardivamente la tragedia dello spaventoso incendio di North Kensington. Un atto "ripugnante esattamente come gli altri atti di terrorismo che hanno colpito il Regno Unito, dalla strage di Manchester del 22 maggio all'attentato di London Bridge e Borough Market del 3 giugno".

Mentre la gente protestava, May, nel suo ufficio al numero 10 di Downig Street, riceveva una delegazione di persone sopravvissute alle fiamme e al fumo e di volontari, al termine di una riunione della task force, da lei presieduta, alla quale ha partecipato anche il sindaco della metropoli, Sadiq Khan. May ha promesso un'inchiesta pubblica e aperta e trasparente, con le spese legali delle vittime e delle famiglie delle vittime pagate dal governo.

Altre Notizie