Lunedi, 20 Novembre, 2017

Istat,inflazione rallenta, a maggio 1,4%

L'inflazione in Europa sostiene la politica di stimoli della BCE Istat,inflazione rallenta, a maggio 1,4%
Quartilla Lauricella | 01 Giugno, 2017, 05:02

Secondo le stime preliminari, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo diminuisce dello 0,2% su base mensile e sale dell'1,5% su base annua (da +2% di aprile). Inoltre è necessario avviare politiche improntate alla crescita ed al sostegno della domanda interna, che si rivelano determinanti in questa fase per scongiurare le conseguenze drammatiche che un tasso di inflazione così ingiustificatamente elevato può determinare sull'intero sistema economico.

Il rallentamento dell'inflazione è dovuto soprattutto ai prezzi di alcune tipologie di prodotto, la cui crescita si riduce di ampiezza pur rimanendo sostenuta: Energetici non regolamentati (+6,8% da +9,1% di aprile), Servizi relativi ai trasporti (+3,2% da +5,5%) e Alimentari non lavorati (+3,7% da +4,7%).

L'Istituto Nazionale di Statistica (Istat) sull'inflazione 2017 nel nostro Paese ha comunicato i dati provvisori relativi al mese di maggio per quel che riguarda il NIC, Indice Nazionale dei prezzi al Consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi. Il passo indietro dell'inflazione è legato soprattutto ai prezzi alla flessione dei prezzi dei prodotti energetici.

L'inflazione acquisita per il 2017 è pari a +1,2% per l'indice generale e a +0,6% per la componente di fondo.

Stessa dinamica nell'Eurozona, dove i prezzi sono cresciuti a maggio dell'1,4% dopo il +1,9% di aprile, secondo le comunicazioni dell'Eurostat. A maggio, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza aumentano dello 0,1% su base mensile - per effetto principalmente del rialzo dei prezzi della Frutta fresca - e dell'1,8% su base annua (in attenuazione dal 2,2% del mese precedente).

Su base tendenziale, e cioe' rispetto ad aprile 2016, il carrello della spesa frena la crescita: e' al +1,8%, contro il +2,2% del mese precedente.

Altre Notizie