Sabato, 24 Giugno, 2017

Italiano porta soccorso a manifestanti: arrestato in Venezuela dalla polizia

Molfettese arrestato in Venezuela con l'accusa di terrorismo, per gli amici è innocente Un molfettese di 25 anni arrestato in Venezuela durante le proteste e gli scontri
Evandro Fare | 19 Giugno, 2017, 04:34

Nella rete della repressione in Venezuela finisce anche un italiano. Il paramedico, Angel Faria Fiorentini, 25 anni, originario di Molfetta (Bari), è stato arrestato lunedì scorso in un distretto di Caracas: prestava soccorso ai manifestanti nel corso di un corteo antigovernativo. Risulta essere ancora rinchiuso in un carcere militare, la notizia è stata confermata nelle scorse ore dalla Farnesina, che sta seguendo il caso.

Uno degli avvocati del giovane, Andres Perillo, ha riferito a Repubblica che durante l'udienza preliminare Angel e' stato accusato di terrorismo. "E' una cosa inconcepibile, fuori dal mondo, basata su accuse assolutamente insensate o inventate - dice il legale - Ora Angel rischia tantissimo. Ma e' innocente, non ha fatto nulla", ha assicurato. Il risultato del blitz è di 24 persone arrestate, tra cui il giovane molfettese, poi esibite in tv di spalle come si può vedere dalla foto qui sotto, in cui è cerchiato di rosso proprio Angel, inviataci da un suo amico residente a Molfetta.

Il fermo era stato denunciato sulla propria pagina Facebook dall'organizzazione Venerescate, che si occupa "di assistenza medica e umanitaria ed è composta da medici, paramedici e soccorritori". Da mesi in Venezuela si tengono manifestazioni di protesta contro il governo di Nicolas Maduro. Dal primo aprile sono stati 74 i morti nelle proteste.

Il Presidente del Consiglio Gentiloni lancia un appello al presidente Maduro insieme al premier spagnolo Rajoy: "Italia e Spagna si appellano con forza al Governo venezuelano affinché riconsideri la sua decisione di indire un'Assemblea costituente".

Altre Notizie