Domenica, 18 Novembre, 2018

Londra, ragazzo italiano ucciso, arrestata una donna: "È la coinquilina"

Londra, ragazzo italiano ucciso, arrestata una donna: Londra, ragazzo italiano ucciso, arrestata una donna: "È la coinquilina"
Evandro Fare | 28 Giugno, 2017, 17:22

Nel mese di maggio, invece, aveva perso la vita l'italo-egiziano Hosam Ali Eisa, 20 anni, immigrato un anno fa nel Regno Unito con la famiglia dopo essere cresciuto a Mantova e accoltellato a sua volta, in un parcheggio di Romford, alla periferia est di Londra.

Una svolta nell'omicidio di Pietro Sanna, il 23enne ammazzato nel suo appartamento a Londra. Al momento i dettagli della tragica vicenda non sono ancora chiari.

Da Nuoro, dove la famiglia é nota per le attività imprenditoriali nell'ambito del turismo, arrivano notizia circa il sospetto che il giovane sia rimasto vittima di un tentativo di rapina o di un furto finito nel sangue. Gli investigatori comunque mantengono per ora il riserbo al riguardo senza avallare alcuna ricostruzione. Il Consolato Generale d'Italia a Londra, in stretto raccordo con la Farnesina, è in contatto con i familiari del ragazzo per prestare ogni assistenza necessaria e con le autorità britanniche che stanno indagando sulla dinamica dell'accaduto.

Ma, come in tutte le cose, ci sono i lati positivi e negativi.

Si tratta di episodi denunciati o ripresi dai giornali solo nei casi più gravi, di cui ne pagano le conseguenze, più frequentemente, giovani o giovanissimi e talvolta persino adolescenti innocenti che hanno la sola colpa di voler tentare la fortuna a Londra, come è successo per il povero ragazzo italiano.

Altre Notizie