Venerdì, 18 Agosto, 2017

Massa, indagine su lesioni e falso: arrestati quattro carabinieri

Massa, indagine su lesioni e falso: arrestati quattro carabinieri Massa, indagine su lesioni e falso: arrestati quattro carabinieri
Evandro Fare | 14 Giugno, 2017, 22:09

Stando a quanto si è appreso appreso cinque carabinieri sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre uno è stato trasportato in carcere.

Stanno lavorando 'a scartamento ridotto', praticamente decimate, le stazioni dei carabinieri della Lunigiana colpite dall'inchiesta della procura di Massa Carrara per una serie di reati legati alle attività dei militari sul territorio. Agli altri quattro carabinieri sono stati sottoposti al divieto di dimora, e uno alla sospensione del servizio.

I sospetti sono sorti tra feddraio e marzo; gli indagati erano circa una ventina e seguirono diverse perquisizioni nelle caserme dell'Arma di Pontremoli e Aulla. L'inchiesta, avviata nel febbraio scorso, riguarderebbe singoli episodi come alcuni presunti atti di violenza fisica ai danni di un cittadino marocchino con precedenti di spaccio o la presunta violenza subita da una prostituta fermata e portata in caserma.

"Si compiace - conclude la nota - che le misure abbiano colpito un numero ristretto di militari, a dimostrazione dell'impegno, della correttezza, del senso delle istituzioni e dello spirito di sacrificio che normalmente pongono nell'adempimento dei loro molteplici e delicati compiti i militari dell'Arma dei carabinieri della provincia di Massa verso i quali esprime ancora una volta, unitamente al sostituto procuratore Iacopini, il più incondizionato e alto apprezzamento". Il sospetto, sostenuto da alcuni elementi in mano agli inquirenti, è che quel pestaggio non sia stato un episodio isolati, bensì uno dei tanti verificatisi in quella caserma. Sotto la lente della procura anche alcune presunte 'sparizioni' di droga sequestrata. Giubilaro ha definito "metodici, sistematici" gli episodi contro i militari arrestati.

Altre Notizie