Venerdì, 18 Agosto, 2017

Max Biaggi, la Atzei tranquillizza sulle sue condizioni

Max Biaggi – Getty Images Biaggi, Bianca Atzei: «Il mio Max è forte. Ho fiducia e speranza»
Calogero Calderone | 19 Giugno, 2017, 17:03

Bianca Atzei ha pubblicato la prima foto dall'ospedale. Ma stavolta, anziché ricevere il solito coro di elogi, piove qualche critica.

Max Biaggi potrebbe lasciare il reparto di Rianimazione dell'ospedale San Camillo di Roma entro le prossime 24-48 ore. Ma Eleonora ha fatto la normale scelta di proseguire la sua vita e la sua attività. "Sì è vero, hanno parlato a lungo. - continua il papà di Biaggi riferendosi all'incontro tra Max ed il Presidente del Coni - Max mi ha confermato che Malagò è stato molto gentile e si è messo a disposizione per qualsiasi esigenza".

Incidente Biaggi, si apre uno spiraglio incoraggiante -"Il giorno dopo il ricovero è arrivato Fabrizio Frizzi", - svela - poi è venuto anche Renato Zero e alcuni calciatori, ma non voglio fare nomi perché non vorrei sbagliare la loro identità. La prognosi dell'Ospedale San Camillo di Roma, dove è tuttora ricoverato, è ancora riservata.

Bianca Atzei è rimasta accanto a Max Biaggi, con cui ha un legame sentimentale dal 2015, decidendo di annullare gli impegni musicali che l'avrebbero portata ad esibirsi su diversi palchi d'Italia durante la settimana. Ho fiducia. Ho speranza.

Il 9 giugno scorso il 6 volte campione mondiale - 4 nella classe 250 e 2 in Superbike - stava facendo le prove per gli internazionali di Supermoto quando si è schiantato sul circuito Il Sagittario a Latina; un brutto trauma toracico che gli ha rotto ben 9 costole. La famiglia è ancora molto preoccupata per le sue condizioni di salute e Bianca Atzei ha deciso di annullare tutti i concerti in programma per rimanere vicina a Biaggi, supportandolo in questo momento difficile. Nel post citata anche una canzone di Vasco Rossi: "Stammi vicino e ogni cosa vedrai che col tempo tutto si aggiusterà". Sei la persona più forte e tenace che conosca. Io ci credo in lui e credo che la sfida più grande ora sia psicologica.

Altre Notizie