Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Merkel dal Papa, sintonia su crollo muri

Papa Francesco e Angela Merkel il 18 maggio 2013 Angela Merkel il 18 maggio 2013
Quartilla Lauricella | 18 Giugno, 2017, 23:53

Città del Vaticano - Reduce da un viaggio in Messico e in Argentina per rafforzare i rapporti economici tra l'Europa e i Paesi latinoamericani legati al Mercosur, Angela Merkel, prima di tornare a Berlino, farà tappa in Vaticano per un incontro con Papa Francesco. Un "particolare ricordo" è stato riservato al già cancelliere federale Helmut Kohl, scomparso ieri, ed alla "sua instancabile opera a favore della riunificazione della Germania e dell'unità d'Europa".

In un telegramma precedente indirizzato a Merkel, il Pontefice aveva scritto di aver appreso con "commozione la notizia della scomparsa dell'ex-Cancelliere Federale Helmut Kohl, dopo lunga e grave malattia". E a proposito Merkel ha espresso il suo rammarico per la decisione del presidente americano Donald Trump: "Peccato" che gli Usa siano usciti dal Trattato di Parigi, ha detto la Cancelliera al termine dell'udienza in Vaticano.

Sintonia sulla necessità di superare, buttare giù e sconfiggere i muri, sulla multilateralità delle società, sull'importanza dei trattati internazionali e sulla necessità di occuparsi di più del continente africano.

L'udienza, durata circa 40 minuti, si è aperta in un clima di cordialità. Francesco ha ricambiato con tre documenti del suo Magistero tradotti in tedesco: la Evangelii gaudium, la Laudato sì e l'Amoris laetitia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre Notizie