Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Migranti: Raggi chiede incontro Viminale

Fontana di Trevi Fontana di Trevi
Sosteneo Paonessa | 14 Giugno, 2017, 21:49

Cambiare argomento è la cosa che possono fare loro.

"Molte città sono in difficoltà, ma anche la Capitale deve fare la sua parte".

Roma, 13 giu. (askanews) - Una moratoria sui nuovi arrivi di migranti: la chiede la sindaca di Roma Virginia Raggi in una lettera inviata alla Prefetto della Capitale Paola Basilone. Per la sindaca, infatti, occorre tener conto delle "possibili devastanti conseguenze in termini di costi sociali e di protezione degli stessi beneficiari" legate ai nuovi arrivi e invita ad evitare "di gravare ulteriormente sul territorio comunale".

Stop all'illegalità e al degrado, dunque? Di fronte a una emergenza di questo tipo, prodotta da decenni di malgoverno di Roma, le strada e' una: "smantellare i campi e creare le condizioni affinche' l'emergenza non si ripresenti fra qualche anno". I fondi ottenuti grazie a un bando che abbiamo vinto, circa 3,8 milioni di euro, sono dell'Unione europea e sono vincolati. Così a metà pomeriggio, dopo il post di Beppe Grillo sui campi rom, ha optato per un attacco a tenaglia su Facebook.

Nel suo messaggio, volto a raccogliere consenso tramite parole dure e di impatto, non si accenna minimamente a riqualificazioni, progetti di crescita e quant'altro, ma si alimenta la convinzione che sia il migrante a generare conflittualità. Chi chiede soldi in metropolitana, magari con minorenni al seguito, e' fuori. Nessuno prima d'ora aveva mai affrontato il problema in questo modo. Iniziamo a chiudere i primi due di nove campi ancora presenti a Roma. L'ondata di sbarchi non si ferma: "quest'anno ci dobbiamo preparare ad accogliere duecentomila migranti", spiega il ministero degli Interni in una nota. Qualsiasi tecnico specializzato vi dirà che serviranno mesi. Il totale è poco più di 8.600 persone: 2.400 sotto il tetto massimo della quota d'accoglienza stabilita per Roma, che arriva a 11 mila migranti. E allora iniziamo: i campi della Monachina e La Barbuta verranno chiusi.

"Solo il buon senso, in assenza di un sistema mediatico oggettivo e imparziale, puo' aiutare a comprendere veramente come stanno le cose". Ha bisogno, al contrario, di quel modello dell'accoglienza diffusa, che trova piena espressione nel piano Minniti, che sta garantendo al nostro Paese di gestire al meglio un fenomeno che non si può di certo fermare con i muri, i fili spinati o tantomeno respingendo i barconi che attraversano il Mediterraneo. Già da tempo, sottolinea l'esponente leghista, il Veneto ha adottato sul tema un modello "basato sull'ascolto che funziona, come dimostra il 92,6 per cento di copertura che abbiamo". Si tratta del Bonus Gratitudine di 500 euro a migrante per i Comuni (2600 Comuni su 8000) che hanno aperto all'accoglienza dei profughi.

Una vera e propria svolta legalitaria quella del M5S.

La soluzione potrebbe trovarsi cercando una redistribuzione più equa tra tutti i comuni del Lazio che sono 380, dei quali però solo 167 fanno accoglienza. A Verona, ad esempio, la Lega ha bisogno dei voti grillini per battere l'asse tra tosiani e Pd.

Altre Notizie