Martedì, 22 Agosto, 2017

Muore di infarto mentre gli abbattono la casa abusiva

Demoliscono la sua casa e lui muore d'infarto Muore di infarto mentre gli abbattono la casa abusiva
Sosteneo Paonessa | 19 Giugno, 2017, 22:18

Non ha retto al dolore di vedere la sua casa venire abbattuta e così, mentre l'edificio stava per essere recintato in vista della demolizione, un pensionato di 64 anni è stato colto da un infarto che non gli ha lasciato scampo. La sua non era l'unica abitazione abusiva nella zona: ce ne sono altre 11. Non appena sono iniziate le operazioni di recinzione del cantiere, Garofalo ha avuto un malore fatale: "Lo Stato si porterà sulla coscienza la morte del mio cliente" è il giudizio severo dell'avvocato Damiano Cardiello. La causa per la demolizione dell'abitazione parte nel 1998 e culmina nel 2008 con l'ordine di demolizione. Nonostante la richiesta di sospensione avanzata dal suo legale per salvaguardare "il diritto all'abitazione" del suo assistito, che altrimenti non avrebbe altro posto dove andare a vivere, viene autorizzata l'autodemolizione, ovvero sarà lo stesso titolare dell'abitazione (in questo caso la moglie di Garofalo) a occuparsi dell'abbattimento. "Abbiamo ereditato una situazione di abusivismo edilizio drammatico", dice il sindaco Massimo Cariello. Dalla politica sorda alle esigenze dei più deboli io mi allontano. La casa era abusiva ma secondo Cardiello c'erano almeno tre motivi per rinviare la demolizione.

Più dura la poisizione del senatore di Ala Ciro Falanga. Padre di tre figli (Enzo, Lucrezia e Domenica) Garofalo era rinato a nuova vita con l'arrivo di tre nipoti. Il senatore è firmatario di un ddl sugli abbattimenti, provvedimento calendarizzato per questa settimana a Palazzo Madama. Il M5S ha negato un rapido esame del provvedimento attraverso la sede deliberante con evidenti scopi ostruzionistici, nonostante il testo abbia già avuto il via libera dai due rami del Parlamento. "E' un modo di fare becero dal quale sento di prendere con vigore le distanze" ha concluso Falanga.

Altre Notizie