Venerdì, 15 Dicembre, 2017

Ore di Le Mans, ancora un successo Porsche

2016-24-Heures-du-Mans-Adrenal-Media-GT7D1939_hd Eurosport, tutta la 24 ore di Le Mans con Tom Kristensen
Iona Trifiletti | 20 Giugno, 2017, 02:15

Infatti la 919 Hybrid numero 1, saldamente al comando dopo la disfatta Toyota, alle 11.11 è stata a sua volta vittima di un guasto (calo di pressione dell'olio, la comunicazione del team) che ha costretto Lotterer a fermarsi a bordo pista, dopo aver disperatamente arrancato per tentare di guadagnare i box.

Team Porsche Lmp con l'equipaggio composto da Bernhard, Bamber e Hartley ha vinto l'85esima edizione della 24 ore di le Mans. Ma i presupposti per la Toyota e per il Giappone sono incoraggianti: in seconda posizione c'è la TS050 numero 8 con Kazuki Nakajima; insieme a lui, Sebastian Buemi e Antonhy Davidson. Jota Sport, o meglio il Jackie Chan DC Racing, ha avuto la soddisfazione di condurre la gara per un paio d'ore, avvenimento fin qui unico nella storia del WEC. Al volante, leader della classifica, è il giovane Laurent Thomas che divide il volante con Oliver Jarvis (ex Audi e impegnato con Bentley nel Blancpain GT) e Ho Pin Tung, che ricordiamo molto attivo fino a qualche stagione fa nelle monoposto. Un risultato che soddisfa la compagine tutta italiana, specie viste la prestazioni delle tante Oreca iscritte. L'Aston Martin e la Chevrolet Corvette si sono date battaglia fino all'ultimo, con la giallona n.63 del team di Jan Magnussen, Antonio Garcia e Jordan Taylor costretta ad arrendersi davvero all'ultimo giro all'Aston Martin n. 97 di Darren Turner, Jonathan Adam e Daniel Serra. Anche la stessa Porsche, sulla sua seconda vettura, ha accusato un problema al propulsore e si è dovuta fermare sul più bello.

E' invece trionfo Ferrari in GTE-Am.

LMGTE- In GTEPro, ha svettato la Aston Martin di Turner-Adam-Serra davanti alla Ferrari 488 che James Calado ha qualificato al secondo posto, in squadra con Pier Guid e Rugolo. La Rossa viceversa continua ad occupare tutti e tre i gradini del podio con la numero 84 della JMW Motorsport guidata da Smith-Stevens-Vanthooor in testa seguita dalla numero 55 della Spirit of race guidata da Cameron-Scott-Cioci e dalla numero 62 della Scuderia Corsa condotta da MacNeil-Sweelder-Bell.

Non ci sarebbe da meravigliarsi nei prossimi giorni un annuncio a sorpresa da parte del colosso di Stoccarda; nel frattempo la serie mondiale dovrà iniziare a fare i conti con i probabili forfait delle compagini economicamente più deboli, ByKolles in testa, nelle trasferte oltreoceano.

Appuntamento con la conferenza stampa di ACO, in programma domani venerdì 16 giugno, e con la parata nel centro della città alle ore 17:30.

Altre Notizie