Sabato, 24 Giugno, 2017

Parigi: attentatore Champs Elysées conosciuto da intelligence

L'intervento della polizia agli Champs-Elysées Parigi, auto contro camion polizia sugli Champs-Elysées
Evandro Fare | 20 Giugno, 2017, 01:37

Paura sugli Champs-Elysees a Parigi.

Un uomo al volante di un'auto si è diretto volontariamente contro un furgone della polizia sugli Champs-Elysées.

L'automobilista, bloccato e subito arrestato, è morto: l'auto era andata a fuoco nell'impatto. E' un attacco terroristico all'altezza della fermata della metro Franklin Roosevelt.

Possible car explosion at #ChampsElysees in #Paris, major police at scene. L'uomo che era alla guida è nato nel 1985 ad Argenteuil (Val-d'Oise) ed era schedato con la lettera "S", sigla riservata per i sospetti radicalizzati. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. L'"incidente" pare essere stato volontario.

Un imponente dispositivo di sicurezza è scattato pochi minuti dopo l'attacco: la circolazione sul viale è stata bloccata e la vicina stazione della metropolitana è stata chiusa. L'uomo a bordo era armato.

"Sembra essersi trattato di un atto deliberato da parte dell'individuo", ha detto il portavoce del ministero dell'Interno Pierre-Henry Brandet.

Un testimone ha visto gli agenti porre i cordoni di sicurezza intorno a un'area vicino alla strada, nei pressi del palazzo presidenziale. Secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni, il modus operandi del presunto attentatore sarebbe stato quello ormai adottato dall'Isis che richiama la strage di Nizza.

Altre Notizie