Lunedi, 25 Settembre, 2017

RAI. Giletti. Bergamini (FI). Solidarietà a conduttore e gruppo di lavoro

Giletti L'Arena Ora Massimo Giletti potrebbe lasciare la Rai
Calogero Calderone | 28 Giugno, 2017, 19:04

Rai Uno, fine di un'epoca? E' stata proprio la giornalista e conduttrice a dare l'annuncio ufficiale sui social.

La Rai, punta così su uno dei suoi storici conduttori, affidandogli una fascia oraria davvero importante sulla rete ammiraglia.

Il tweet della sua conduzione al programma della domenica è il seguente: "Felice di fare la Domenica di Rai1". E' curioso che un programma che porta ascolti e pubblicità poi venga cancellato. "Insieme faremmo un bel tandem", ha scritto Cristina Parodi su Twitter.

Ci si mette anche Carlo Freccero, che sulla cancellazione dell'Arena di Giletti, Freccero afferma: "Certo, un contenitore dove potevano succedere 'incidenti'". Per capire quale sarà il suo ruolo bisognerà aspettare il 4 luglio, quando i palinsesti Rai verranno presentati ai pubblicitari a Roma.

Giletti è stato lusingato con una serie di prime serate (al sabato) dedicate alla musica. Anche perchè sembra oggettivamente impossibile che la Parodi conduca da sola tante ore di programma (considerando che per ora nessuno fa il nome di Pippo Baudo). Per un motivo molto semplice, come ho sottolineato venerdì nella mia dichiarazione in cda: da una parte, infatti, ho apprezzato lo sforzo del nuovo direttore generale, Mario Orfeo, che, in pochi giorni, è stato costretto ad affrontare una patata così bollente e ha, quindi, cercato in tutti i modi di tenere in scuderia quello che qualcuno ha definito "il Maradona della Rai", dall'altra non mi è, invece, affatto piaciuta la campagna-stampa del presentatore che, ad ogni piè sospinto, aveva continuato ad annunciare il prossimo forfait. Nel frattempo, quasi sicuramente, la Parodi, per quanto riguarda Domenica In dovrà rivaleggiare con Barbara D'Urso e la sua Domenica Live. Critica anche la collega azzurra Anna Maria Bernini che parla di decisione "assolutamente incomprensibile prima ancora che profondamente sbagliata".

Altre Notizie