Mercoledì, 20 Settembre, 2017

Roma, dal cantiere della metro "risorge" una mini Pompei

Roma come Pompei scoperta casa di legno durante gli scavi della metro C in via dell'Amba Aradam Scoperta una piccola Pompei a Roma, ci sono anche i resti di un cane intrappolato nelle fiamme
Sosteneo Paonessa | 27 Giugno, 2017, 08:53

Sono emersi a una decina di metri di profondità due ambienti di un'abitazione della media età imperiale che, a causa delle conseguenze di un incendio, contengono ancora conservate parti del solaio ligneo e del mobilio. Al momento, la scoperta del solaio ligneo carbonizzato rappresenta un unicum per la città di Roma. Dallo scavo è emerso anche lo scheletro di un cane, accucciato davanti una porta e "verosimilmente rimasto intrappolato nell'edificio al momento dell'incendio". "L'interesse di questo ritrovamento è dettato proprio dalla capacità dello scavo stratigrafico di documentare, oltre alla storia, anche le storie, le storie di ogni giorno".

I materiali analizzati dagli archeologi della Soprintendenza guidata da Francesco Prosperetti al Pozzo Q15 della linea C permettono di esaminare inediti dettagli sulle tecniche di costruzione degli edifici dell'antica Roma, rimasti intatti probabilmente grazie a condizioni ambientali e climatiche ideali. "L'incendio che ha spento la vita in questo ambiente ci da infatti la possibilità di immaginare la vita in un momento preciso".

L'eccezionalità dell'indagine archeologica nel pozzo risiede nel ritrovamento di un solaio crollato a seguito di un incendio divampato nel corso della prima metà del III secolo d.C.

E ancora si possono scorgere i travetti di legno rettangolari cui erano legate le canne che consentivano il fissaggio degli intonaci al solaio e alle pareti, la cosiddetta contignatio descritta da Vitruvio, identificabile con una grossa trave che conserva gli incassi per l'inserzione dei travicelli trasversali e una grossa chiodatura in ferro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre Notizie