Sabato, 23 Settembre, 2017

Russiagate, il falso scoop costa il posto a tre giornalisti della Cnn

Tre giornalisti di CNN si sono dimessi per avere pubblicato un articolo infondato Russiagate, dimissioni 3 giornalisti Cnn
Sosteneo Paonessa | 28 Giugno, 2017, 19:08

Giovedì della scorsa settimana la CNN ha fatto uscire un articolo interessante ma non sconvolgente che parlava dell'apertura, da parte della Commissione Intelligence del Senato americano, di un approfondimento per valutare i contatti tra un fondo di investimento collegato al governo russo e un personaggio di primo piano del comitato elettorale di Donald Trump. Thomas Frank, che ha scritto il pezzo, Eric Lichtblau, caporedattore già vincitore del premio Pulitzer, e Lex Haris, che era il responsabile della redazione, hanno lasciato la Cnn.

Tre giornalisti della Cnn hanno rassegnato le dimissioni dopo che l'emittente e' stata costretta a ritrattare un servizio investigativo su una presunta inchiesta su un incontro, avvenuto prima dell'inaugurazione del presidente Trump, tra un membro della sua squadra di transizione - Anthony Scaramucci - e il direttore di un fondo di investimenti russo. E venerdì sera, dopo che la Cnn aveva verificato che le procedure editoriali non erano state seguite, l'articolo è stato ritirato.

L'articolo in questione era stato pubblicato sul sito di CNN e poi condiviso sui social network, ma il suo contenuto non era stato trasmesso in televisione. La Cnn è comunque corsa ai ripari mettendo offline l'articolo e diffondendo una nota in cui si spiega che il pezzo "non soddisfa gli standard" dell'emittente e si scusa con Scaramucci. "Ci sarebbero mutui benefici" nel ristabilire i rapporti tra Mosca e Washington, diceva alla Tass in quei giorni il consigliere di Trump, mentre criticava le sanzioni come inefficaci. E così il presidente ha lanciato fango anche contro altre testate non sempre compiacenti, parlando anche di modifiche al management della CNN senza apparenti prove.

Altre Notizie